user
17 gennaio 2018

Calciomercato, Manchester United-Mourinho: si lavora al rinnovo fino al 2021

print-icon
L'allenatore del Manchester United Mourinho, foto Getty

L'allenatore del Manchester United Mourinho, foto Getty

Il Manchester United ha già iniziato la trattativa con Jorge Mendes per il rinnovo del contratto di Mourinho, la nuova scadenza potrebbe essere fissata a giugno del 2021, due anni in più dell'attuale accordo

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Secondo posto in Premier, seppur a dodici punti dalla capolista City, e ancora in corsa in Champions League ed FA Cup. E’ una stagione abbastanza positiva per il Manchester United e per il suo manager Josè Mourinho, riuscito a plasmare una squadra competitiva capace di lottare ai massimi livelli. Un lavoro eccellente quello del portoghese, che ha spinto i vertici della società ad iniziare le trattative per il rinnovo del contratto. L’attuale accordo con Mou scadrà nel giugno del 2019, ma le parti stanno discutendo per portarla al 2021. Secondo quanto riportato da Sky Sports, le negoziazioni tra Jorge Mendes, agente dell’allenatore portoghese, e la società sono partite lo scorso ottobre, arrivando adesso ad un punto di svolta. Nel corso di queste settimane, Mourinho ha molte volte ribadito la volontà di rimanere all'Old Trafford, sottolineando come il suo impegno nei confronti del club sia "totale". La sinergia creatasi anche sul mercato porta a credere che per la fumata bianca manchi davvero pochissimo, anche se il Manchester United non ha ancora confermato l’esistenza di una trattativa per il rinnovo del contratto di Mourinho.

Capitolo Sanchez

Un futuro che potrebbe essere presto deciso, perchè in casa Manchester United sono conviti di avere in pugno Alexis Sanchez. Come riportato da Sky Sports, infatti, cresce sempre più la fiducia da parte dei Red Devils con la formazione allenata da Mourinho sempre più convinta di poter avere la meglio sul Manchester City nella corsa al talento cileno in scadenza di contratto con l'Arsenal e non convocato da Wenger per la sfida di Premier League persa per 2-1 contro il Bournemouth. Secondo quanto raccolto da Sky Sports, infatti, il Manchester City non avrebbe intenzione di accontentare le richieste dei Gunners, che per far partire a gennaio Alexis Sanchez chiede il pagamento di 35 milioni di sterline: lo United, invece, sarebbe pronto a giocare la carta Henrikh Mkhitaryan inserendolo nell'operazione, giocatore che tanto piace a Wenger. Alexis Sanchez colmerebbe una lacuna importante nello scacchiere tattico di Mourinho: United inoltre che non avrebbe problemi ad accontentare le richiese economiche dell'attaccante ex Udinese. Con i Red Devils sempre convinti di riuscire a fare indossare la maglia dello United ad Alexis Sanchez.

Raiola e… Mkhitaryan

L’offerta dei 'Red devils' è quella che stuzzica di più l’Arsenal per Sanchez, dal momento che coinvolge anche il cartellino di Henrik Mkhitaryan, ormai fuori dagli schemi dello Special One. Sulla situazione del giocatore armeno è intervenuto il suo agente Mino Raiola che, ai microfoni del 'The Times', ha provato a fare chiarezza: "Il Manchester United non prenderà Sanchez a meno che Mkhitaryan non accetti di trasferirsi all'Arsenal. Henrik non ha ancora deciso, farà ciò che è meglio per lui. Ha ancora due anni e mezzo di contratto, quindi è una sua decisione. Ribadisco che Sanchez è parte dell'operazione che coinvolge Mkhitaryan, non il contrario".

Il Chelsea alla finestra

Antonio Conte ha un’alta considerazione di Sanchez e come ha rivelato nei giorni scorsi lo avrebbe voluto alla Juventus quando allenava i bianconeri e l’attaccante giocava ancora nell’Udinese. Il Chelsea deve ancora fare un’offerta ufficiale per Sanchez, ma dovrà fare i conti con il Manchester United: i Red Devils sono convinti di avere in pugno Sanchez, potendo accontentare le richieste dell’Arsenal (35 milioni di sterline) con l’inserimento della contropartita Mkhitaryan (molto gradita a Wenger) e riuscendo a soddisfare le pretese economiche del 29enne cileno, offrendogli circa 350 sterline a settimana per convincerlo a trasferirsi a Old Trafford. Cifre che difficilmente il Chelsea potrà eguagliare. Dopo quello dialettico, possibile dunque anche un altro duello tra Conte e Mourinho, stavolta sul mercato. E proprio l’allenatore portoghese dello United, pur restando vago, ha decisamente aperto a un possibile trasferimento: "Sono rilassato – ha detto Mou – Sanchez è un giocatore dell’Arsenal e può rimanerci. Ma ho l’impressione che possa trasferirsi e che noi abbiamo una possibilità. Ci sono altri club su di lui, chissà…".

Calciomercato 2018, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI