user
08 novembre 2018

Psg, Mbappé e le clausole richieste nel contratto: maggiordomi, jet e un aumento d'ingaggio in caso di Pallone d'oro

print-icon

Le informazioni rivelate da Football Leaks e riportate da L'Equipe svelano le particolari clausole che l'attaccante francese voleva inserire nel contratto al momento della firma con i parigini: dall'aumento di ingaggio in caso di vittoria del Pallone d'oro a un maggiordomo personale. Ma non tutte sono state accolte...

JET, MORSI E RISSE: LE CLAUSOLE PIU' ASSURDE DEI CALCIATORI

FOOTBALL LEAKS: "IL REAL ERA PRONTO A SPENDERE 214 MLN PER MBAPPÈ"

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

La scorsa estate Kylian Mbappé è stato protagonista del secondo trasferimento più oneroso della storia del calcio. 180 i milioni sborsati dal Psg per acquistarlo dal Monaco, meno di quelli che era pronto a investire il Real Madrid per lui, prima che le esose richieste di ingaggio da parte del classe '98 facessero saltare la trattativa. Alla fine, dunque, è stato il club parigino ad assicurarselo, ma anche il patron Al Khelaifi ha dovuto trovare un accordo con l'attaccante viste le numerose pretese avanzate dal suo entourage. Secondo le informazioni rivelate da Football Leaks e poi riportate da L'Equipe, infatti, Mbappé voleva inserire una serie di clausole nel suo contratto, accolte solo in parte dalla dirigenza della società francese. In primis quella del Pallone d'oro: se il 19enne campione del mondo si fosse aggiudicato il trofeo, il Psg avrebbe aumentato il suo stipendio a 30 milioni annui, la cifra percepita attualmente dal compagno di squadra Neymar. I campioni di Francia non hanno acconsentito alla richiesta, patteggiando un premio di 'soli' 500 mila euro netti. Un'altra postilla che gli agenti del calciatore volevano includere al momento della firma - e negata dal club - era quella di un indennizzo a favore dell'ex Monaco nel caso in cui i parigini fossero stati esclusi dalla Champions League per aver sforato i paletti del Fair Play Finanziario. Lo staff dirigenziale della società francese ha anche respinto la proposta di concedere all'esterno offensivo un jet privato per 50 ore all'anno, mentre ha acconsentito alla richiesta di pagare 30 mila euro destinati al pagamento dell'affitto e di tre dipendenti personali a disposizione di Mbappé: un maggiordomo, un autista e una guardia del corpo.

Le clausole più assurde sui contratti dei calciatori

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI