Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
31 gennaio 2019

Calciomercato, Giovinco riparte dall'Arabia Saudita: è ufficiale il trasferimento all'Al-Hilal

print-icon

Riparte dall'Arabia Saudita la carriera della Formica Atomica che, a 32 anni, saluta il Toronto FC dopo 83 gol e 64 assist in quattro stagioni. È ufficiale il trasferimento all'Al-Hilal, club di Riyad: "Vorrei ringraziare tifosi e compagni di squadra", le parole di Giovinco che non ha risparmiato una stoccata all'ex società. Guadagnerà 10 milioni l'anno.

CALCIOMERCATO LIVE: TUTTE LE NEWS

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Dopo quattro stagioni, 83 gol e 64 assist complessivi in tutte le competizioni va in archivio l’avventura di Sebastian Giovinco in Canada. Approdato nella Major League Soccer dalla Juventus nel febbraio 2015, la Formica Atomica saluta il Toronto FC e prosegue la sua carriera in Arabia Saudita. È ufficiale il trasferimento dell’attaccante classe 1987, 23 presenze e una rete con la Nazionale italiana, all’Al-Hilal nella Professional League saudita. Un addio contestato dai tifosi canadesi, d’altronde "Seba" è stato l’idolo assoluto del club dal suo avvento Oltreoceano. Certo è che la nuova sfida araba permetterà al giocatore di passare dai 7 ai 10 milioni di stipendio all'anno, lui che ha firmato un contratto triennale.

Queste le parole di Giovinco attraverso Instagram, una stoccata alla società e un abbraccio ai sostenitori del Toronto FC: "Sfortunatamente, il mio desiderio di restare si è scontrato con un cambio di direzione dell’attuale gestione del Toronto. Per due anni ho cercato di estendere il mio contratto, tuttavia la dirigenza era riluttante. Recentemente, dopo aver rifiutato di esercitare l’opzione di rinnovo per il 2020, il club mi ha offerto un accordo che reputo inaccettabile. Potrebbero dire che sono partito per un accordo più redditizio, ma non è questo il caso. La loro offerta e la mancanza di trasparenza sono un chiaro messaggio. Sembra che la società preferisca concentrarsi su cose diverse dal puro desiderio di vincere. Dopo aver sviluppato il marchio e innalzato la reputazione complessiva del Toronto, sia in patria che all’estero, sembra che non abbia più uno scopo. Ringrazio tutti i tifosi, resterete sempre nel mio cuore".

Visualizza questo post su Instagram

Toronto has been home to me and my family for almost 5 years. I arrived here from Italy in January 2015 and immediately felt something special. From day one, I worked hard to repay the opportunity that Toronto had given me. From that first year, I realized that we could do great things here. Through hard work, passion and determination my teammates and I transformed TFC and made it one of the best clubs in MLS and in North America. We didn’t do this alone. Without our great fans this would not have been possible. I can confidently say that I significantly contributed in making unprecedented history at TFC. We wrote a new chapter in the club’s history, together. All for One. This journey has been a wonderful experience for my family and me. It’s without hesitation that I can say that I wanted it to end differently. As I have always maintained, I was hoping to renew my contract and finish my playing career in a city that feels like home. It is here where my daughter was born and where my son took his first steps on a football pitch. A place my family loves to live and wanted to call home for good. Unfortunately, this desire of ours has clashed with a change in direction with current TFC management. For the 2 years I have been seeking to extend my contract however management was reluctant. Recently, after refusing to exercise the club option for 2020, I was offered terms that I deemed unacceptable. They may say I left for a more lucrative deal, but this is not the case. Their offer and lack of transparency is a clear message. It seems management prefers to focus on things other than the pure desire to win. After having grown the brand and elevating the overall reputation of TFC both at home and abroad, it seems I no longer serve a purpose. I would have accepted less to stay in Toronto. Therefore, I reluctantly announce that my tenure as a TFC player has come to an end. I will now focus my attention and efforts towards another challenge. With me I bring beautiful memories. Toronto - the 6ix - you are and will always remain in my heart. Thank you for everything you have taught me about myself and about life. I love you Toronto! Seba

Un post condiviso da Sebastian Giovinco (@sebagiovincoofficial) in data:

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI