Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
03 giugno 2019

Guardiola pensa solo al Manchester City: "Prossimo anno partiremo da zero"

print-icon

L'allenatore catalano, intercettato in occasione di una partita di basket a cui ha assistito, ha lasciato intendere la sua volontà di restare alla guida del Manchester City: "Premier molto competitiva. Prossimo anno si riparte da zero". Poi su Klopp: "Abbiamo una bella rivalità. Liverpool squadra fortissima"

CALCIOMERCATO LIVE: TUTTE LE TRATTATIVE

SARRI-JUVE: C'E' FIDUCIA

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Una stagione trionfale, le meritate vacanze ma la solita voglia di rimettersi subito in gioco. Pep Guardiola è uno che non ama stare lontano dal campo. La stagione del suo Manchester City è stata entusiasmante, come dimostra lo storico treble conquistato. Estenuante anche, perché le oltre 60 partite giocate si fanno sentire tanto fisicamente quanto mentalmente. E se il catalano ha festeggiato per tutto l'anno, sabato scorso ha dovuto osservare da lontano il trionfo in Champions del Liverpool, suo rivale nella corsa al trono della Premier: "I Reds sono una squadra molto forte, infatti hanno vinto una competizione difficile, dove basta una serata storta per essere eliminati". A specificarlo è proprio Guardiola, intercettato dai media presenti all'incontro di basket fra Baxi Manresa e Real Madrid, a cui l'allenatore dei Citizens ha assistito: "Klopp? Abbiamo una bella rivalità, ma non solo con lui. In Inghilterra ci sono cinque squadre molto forti ed è per questo che la Premier League è una competizione così dura. La prossima stagione inizieremo da zero e vedremo cosa succede". Insomma, la sfida è lanciata. Guardiola non ha nessuna voglia di abdicare. Chiosa finale anche sul momento del Barcellona, con Valverde non sicuro della riconferma: "Ma la mia esperienza come allenatore lì fa ormai parte del passato - ha spiegato Pep - ora tocca alle nuove generazioni".

Juve-Sarri, le ultime

Chi deve ufficializzare il nuovo allenatore è la Juventus. Il candidato numero uno resta Maurizio Sarri, che sta vivendo ore decisive per il suo futuro. L'allenatore dei Blues, dopo il trionfo in Europa League, ha parlato con Marina Granovskaia, braccio destro di Abramovich. Un colloquio in cui Sarri ha confermato la sua volontà di lasciare Londra per fare ritorno in Italia, con Marina che ha preso atto della richiesta e ha promesso di parlarne in tempi brevi con Abramovich, chiedendo qualche giorno di tempo. Anche perché il Chelsea adesso deve pensare al sostituto (Lampard su tutti). Nei prossimi giorni, quindi, il club comunicherà a Sarri la decisione finale e le eventuali condizioni di uscita. Intatto i contatti con la Juventus restano fitti. Fra le parti è stata stipulata una sorta di promessa per cui, una volta ottenuto il via libera definitivo dall'Inghilterra, si possa procedere con le firme.

Hai già aggiunto Sky Sport ai tuoi contatti Whatsapp?

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI