Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
04 luglio 2019

Chelsea, Lampard nuovo allenatore: "La sfida più grande della mia carriera"

print-icon

Lo storico ex capitano è ufficialmente il nuovo manager dei Blues: ad annunciarlo la società inglese attraverso i propri canali ufficiali. Lampard, reduce dalla stagione alla guida del Derby County, ha firmato un contratto di tre anni e prende il posto di Maurizio Sarri. "La sfida più grande della mia carriera", le prime parole in conferenza

CALCIOMERCATO LIVE: TUTTE LE NEWS

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

Sky Calcio: Serie A TIM 7 partite su 10 ogni turno

Frank Lampard e il Chelsea, la storia può ricominciare. Adesso è ufficiale: lo storico ex capitano è il nuovo allenatore dei Blues. Ad annunciare l'ex centrocampista come nuovo manager è stata la stessa società inglese attraverso questa nota apparsa sui propri canali ufficiali: "Chelsea Football Club è lieto di annunciare che Frank Lampard è il nuovo allenatore della prima squadra". Reduce dall'esperienza alla guida del Derby County, Lampard ha firmato un contratto di tre stagioni e prende il posto in panchina di Maurizio Sarri.

Le prime parole di Lampard

Felice e con tanta voglia di iniziare, Lampard ha espresso tutte le proprie emozioni ai canali ufficiali del Chelsea: "Sono immensamente orgoglioso di tornare al Chelsea come allenatore. Tutti conoscono il mio amore per questo club - si legge sul sito dei Blues - e la storia che abbiamo condiviso, tuttavia, il mio unico obiettivo è svolgere al meglio il mio lavoro e pensare alla preparazione per la prossima stagione. Sono qui per lavorare sodo, portare ulteriori successi al club e non vedo l'ora di iniziare".

Il benvenuto di Marina

A dare il benvenuto a Lampard ci ha pensato Marina Granovskaia, braccio destro di Roman Abramovich: "Siamo molto felici di dare il benvenuto a Frank come allenatore. Lui possiede una fantastica conoscenza del club e nella scorsa stagione ha dimostrato di essere uno dei giovani allenatori con maggiore talento. Dopo 13 anni con noi come giocatore, nei quali è diventato una leggenda del club e il nostro miglior realizzatore, crediamo che questo sia il momento perfetto per lui per tornare e siamo felici che lo abbia fatto. Faremo tutto il possibile per assicurarci che abbia tutto il supporto necessario per raggiungere grandi successi".

Miglior marcatore dei Blues

Lampard torna al Chelsea da allenatore dopo aver trascorso 13 stagioni da giocatore con i Blues. Arrivato a Stamford Bridge dal West Ham nella stagione 2001/02, il classe '78 ha indossato la maglia del Chelsea fino al 2013/14, collezionando 684 presenze - quarto nella classifica all time dietro Ron Harris, Peter Bonetti e John Terry - e mettendo a segno 211 gol, dato che lo rende il miglior marcatore della storia del club. Con la squadra di cui è stato simbolo e bandiera ha vinto da giocatore tre edizioni della Premier League, quattro FA Cup, due Coppe di Lega, una Europa League e una Champions League. Adesso cercherà nuovi successi da allenatore.

Annuncio rinviato per il down dei social?

L'annuncio di Lampard come nuovo allenatore del Chelsea è arrivato nella mattinata di giovedì 4 luglio, ma - secondo quanto riportato da alcune fonti inglesi - pare che il comunicato dovesse arrivare qualche ora prima, nella giornata di mercoledì 3 luglio, quando lo stesso ex manager del Derby County era stato visto a Stamford Bridge. Il ritardo, stando a quanto riferito dall'Inghilterra, potrebbe essere curiosamente dovuto al blocco dei principali social media, Instagram e Facebook, che sono andati in down creando non pochi problemi agli utenti. Per questo il Chelsea, che vanta 17,4 milioni di follower su Instagram e 48 milioni di fan su Facebook, avrebbe deciso di rinviare l'annuncio di Lampard come nuovo manager.

Lampard in conferenza: "La mia sfida più grande"

"I love this club and I want to do my best for this club". Esordisce così Frank Lampard nella conferenza stampa di presentazione da nuovo allenatore del Chelsea. L'ex manager del Derby Conty non nasconde il suo amore per i Blues, squadra di cui è stato una leggenda da calciatore. "Abbiamo una squadra forte, anche senza Hazard, con giovani importanti dal grande talento. Io poco esperto? Sono pronto allo scetticismo che ci sarà nei miei confronti. Credo in me stesso. Che io abbia un anno o dieci di esperienza – prosegue Lampard – quello che definirà la mia esperienza qua saranno la mia etica del lavoro e quello che farò per portare vittorie al club. Sono stato allenato da alcuni manager incredibili, ho imparato molto nel mio anno al Derby County e poi conosco bene questo club. Lampard ha poi aggiunto:"Se questa è la sfida più grande della mia carriera? Sì! Dopo che è arrivata l’ufficialità dell’inizio della mia avventura da allenatore del Chelsea ho provato belle sensazioni".

"Al Chelsea si punta al massimo"

Lampard ha aggiunto: "Siamo una rosa molto ampia, è impossibile che tutti restino. Approfitterò  delle prossime settimane per fare delle scelte. Obiettivi? La società non mi ha chiesto nulla, ma sta nelle cose che quando alleni una squadra come il Chelsea devi puntare al massimo. Conosciamo tutti il valore di Manchester City e Liverpool, ma non dobbiamo mai smettere di provarci. E se non dicessi che il Chelsea deve vincere, non meriterei di sedermi su questa sedia", ha ammesso il nuovo allenatore del Chelsea.

Hai già aggiunto Sky Sport ai tuoi contatti Whatsapp?

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI