17 agosto 2017

Calciomercato, Milan: Torino su Niang, slittano visite con lo Spartak

print-icon
Niang, Milan

Niang, Milan (Getty)

Accordo raggiunto tra i due club per la cessione dell’attaccante classe 1994: operazione da 18 milioni di euro, contratto di 4 anni a 3 milioni più bonus. Ma l'attaccante riflette, su di lui c'è anche l'inserimento dei granata...

Calciomercato L'Originale, dalle 23 su Sky Sport 1

Tutte le trattative di calciomercato  IL TABELLONE DEL MERCATO

Era tutto fatto, l'accordo è già stato trovato e la società aveva anche programmato le visite. Ma la trattativa tra Niang e lo Spartak Mosca è rallentata, su di lui si è inserito il Torino (che infatti ha incontrato anche Mino Raiola, agente di Niang in città per Matuidi). Mihajlovic insiste per avere l'ex Caen e ha ricevuto la proposta. I granata, però, sono pronti ad offrire 12 milioni, contro i 18 dello Spartak Mosca. Affare ancora in corso. Niang, intanto, vuole riflettere bene prima di scegliere la sua destinazione. E non ha abbandonato l'idea di restare al Milan. Lo Spartak Mosca intanto, squadra di Massimo Carrera, ha spostato le visite nei prossimi giorni e si muoverà per ottenere i visti, sperando che Niang non faccia un passo indietro...

Kalinic salta l’allenamento: la Fiorentina lo multa

Dopo Carlos Bacca, già ufficialmente un nuovo giocatore del Villarreal, anche Niang è vicino a salutare il Milan. Ma i movimenti in attacco della formazione rossonera non finiranno qui: sempre più vicino infatti l’arrivo di Nikola Kalinic, nonostante manchi ancora l’accordo definitivo con la Fiorentina che non ha ancora detto sì alla proposta da 25 milioni di euro senza l’inserimento di Antonelli come contropartita tecnica. Kalinic che questa mattina non si è presentato all’allenamento della Fiorentina, provando così a forzare la mano per un suo trasferimento alla corte di Vincenzo Montella. La società viola, però, con un comunicato apparso sul proprio sito web ha deciso di multare il croato: "La Fiorentina informa che il calciatore Nikola Kalinic non si è presentato all’odierna sessione di allenamento senza fornire alcuna motivazione al club. Il calciatore, avendo violato le norme che disciplinano l’attività della squadra, sarà sanzionato secondo regolamento", si legge nel comunicato. Schermaglie di mercato che proseguono in attesa di una soluzione definitiva.