08 settembre 2017

Malagò: "Giusto chiudere prima il mercato"

print-icon
mal

Il presidente del Coni si è detto favorevole alla decisione dei club di Premier League di ridurre il periodo di trattative: "E' una scelta di buon senso, sessioni troppo lunghe diventano stressanti"

SERIE A, 3^ GIORNATA: LE PROBABILI FORMAZIONI

Dopo la decisione dei club di Premier League di anticipare la chiusura della sessione di mercato estiva a partire dalla prossima stagione, il calcio italiano si interroga se adeguarsi o meno alla rivoluzione d’oltremanica. Sulla questione è intervenuto oggi anche il presidente del Coni Giovanni Malagò a margine della presentazione del progetto “Quando la neve fa scuola”. “Chiudere in anticipo il calciomercato come ha deciso di fare la Premier League è una scelta di buon senso. Sessioni di trattative così lunghe diventano stressanti” – ha commentato.

Premier, il mercato chiude prima: "Opportuno"

"Il calciomercato come il mercante in fiera"

 Le sue parole fanno da eco a quelle pronunciate ieri dall’ad della Juventus Marotta che aveva definito “saggia e intelligente” la scelta dei club di Premier. In Inghilterra, a partire dal 2018, l’ultimo giorno di mercato sarà il giovedì che precede il primo weekend di campionato. Il presidente del Coni non si è limitato a esprimersi su questa novità adottata dal calcio inglese e ha allargato la sua riflessione all’intera sessione di trattative: “La mia sensazione è che il calciomercato negli ultimi tempi sia diventato come il mercante in fiera – ha aggiunto - le prime carte le paghi relativamente poco, ma chi rimane in fondo e non ha risolto il suo problema fa operazioni senza senso rispetto al budget iniziale e questo si ripercuote sui bilanci della società”. Circoscrivere la finestra di tempo in cui è possibile portare a termine le trattative permetterebbe di ridurre questo rischio.