Mondiali ciclismo, cronometro individuale: vince Dennis, Ganna bronzo. La classifica

Ciclismo

Splendida impresa del 23enne azzurro, che conquista la medaglia di bronzo nella prova a cronometro Elite uomini dei Mondiali. Bis di Dennis, argento per il baby fenomeno belga Evenepoel 

MONDIALI, CALENDARIO E RISULTATI

DELUSIONE ITALIA NELLA CRONO DONNE

MONDIALI, CRONO JUNIORES: ORO A TIBERI

Rohan Dennis è il campione del mondo 2019 a cronometro, Filippo Ganna è di bronzo. Nella gara Elite uomini che si è svolta in Gran Bretagna da Northallerton ad Harrogate (54 km) ad imporsi è stato il ciclista australiano, che ha chiuso in 1 ora 05'05'' e ha bissato il titolo conquistato dodici mesi fa a Innsbruck. Secondo posto a +1'09'' del baby fenomeno belga Remco Evenepoel, già campione europeo a nemmeno 20 anni. Splendida la prova di Filippo Ganna: il 23enne della Ineos, campione italiano 2019 e tre volte iridato su pista, ha centrato uno storico bronzo (+1'55''). Terza medaglia in 25 anni per l'Italia nella prova contro il tempo. L'altro azzurro Edoardo Affini ha invece chiuso 15° (+3'37''). Davvero sfortunato uno dei favoriti, il belga Campenaerts, vittima di una caduta e di un problema meccanico che ne ha condizionato la gara (11°). Male Primoz Roglic, vincitore della Vuelta, solo 12°. Chiuso il programma delle prove contro il tempo, con due medagliegià messe in bacheca dalla spedizione azzurra (Tiberi e Ganna), si comincia giovedì con le prove in linea. I professionisti tornano in strada domenica, per il gran finale che assegna la maglia iridata oggi sulle spalle di Alejandro Valverde. 

L'ordine d'arrivo

1. Dennis (Aus) in 1h05'05''
2. Evenepoel (Bel) +1'09''
3. Ganna (Ita) +1'55''
4. Bevin (Nzl) +1'57''
5. Dowsett (Gbr) +2'01''

"Questa medaglia stupisce anche me"

“Velo mi incitava dalla macchina insieme con Dario Cioni, il preparatore della mia squadra, il Team Ineos, che ringrazio. Ho dedicato tanto tempo alla ricognizione del percorso, per due giorni l’abbiamo provato, non è stato facile ricordarsi ogni curva per 54 chilometri, e le gambe hanno retto bene. Ora però sono veramente k.o.. Un po’ di riposo e mi attende il c.t. Villa per la pista. Questa medaglia ha chiesto tanto lavoro. Era la mia prima crono lunga, mai fatto 54 km contro il tempo, e adesso questo risultato stupisce anche me. Io psicologicamente non ero pronto per questo bronzo. Per fortuna, altrimenti sarei andato peggio. All’Olimpiade di Tokyo 2020 sono pronto anche a fare la cronometro individuale, e non solo il quartetto su pista, perché no? Cassani sa che io ci sono”.

I più letti