Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
07 febbraio 2019

Consigli Fantacalcio: i "campo o panca" della 23^ giornata

print-icon

Ogni giornata nasconde insidie, rischi e turnover ma ci sono anche i dati che ci aiutano a capire chi dovrà essere un titolare inamovibile della nostra fantasquadra. La nostra fantarubrica passa in rassegna 10 nomi equamente suddivisi tra campo e panchina

SERIE A LIVE: TUTTE LE NEWS

LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 23^ GIORNATA

GIOCA A SUPERSCUDETTO - LE ULTIME FANTANEWS

Il super anticipo di giovedì ‘sposta’ temporalmente tutta la routine del fantallenatore: la formazione va consegnata prima del previsto con tutte le incognite che questa lunga giornata porta con sé. Come si risolveranno i ballottaggi? Verranno recuperati i vari acciaccati? La maggior parte della programmazione ‘da campo’ sarà concentrata tra sabato e domenica quindi bisogna puntare sulle certezze e magari non pensare troppo a chi si gioca un posto nell’XI titolare delle varie squadre.

In questa pillola settimanale di ‘Campo o Panca’ utilizzeremo spesso la ‘somma gol’ che le varie partite potrebbero generare. Per ‘somma gol’ intendiamo tutte le reti (sia fatte che subite) che una squadra ha generato nel corso della stagione. Juventus-Parma di settimana scorsa è finita 3-3 e quindi sia per la squadra di Allegri che per quella di D’Aversa, la somma dice 6. E’ chiaro che in alcuni casi i gol presi sono maggiori di quelli segnati (o viceversa) ma capire come può svilupparsi offensivamente una determinata partita, può essere d’aiuto per decidere i nostri attaccanti al fantacalcio.

Ecco quindi una panoramica su chi mettere in campo e chi lasciare in panchina al fantacalcio. Prima del listone sono necessarie due premesse:

  • Giocatori come Icardi, Cristiano Ronaldo, Immobile e gli altri bomber spesso non verranno citati in quanto sono quasi sempre da mettere. Saranno presenti nelle liste solo in caso di "panca" oppure come consigliati in un match particolarmente difficile.
  • Nelle varie motivazioni cercheremo di supportare la spiegazione e il consiglio anche con dati statistici sulla base di quanto una squadra crea e di quanto un’altra concede.

CAMPO

Titolare della settimana - Fabio Quagliarella vs Frosinone

Finita la striscia la voglia resta la stessa. A ‘Marassi’ la Sampdoria ha sempre vinto segnando almeno due reti. Le uniche situazioni che non hanno visto i blucerchiati andare in gol in casa sono state una sconfitta 1-0 e un pareggio per 0-0. Di contro il Frosinone, in formato trasferta, ha perso con almeno 4 gol di scarto già in due occasioni. La squadra di Baroni non è più quella di qualche mese fa, ma la verve offensiva della Samp dovrebbe tornare a premiare il proprio capitano.

Mario Mandzukic vs Sassuolo

All’andata il Sassuolo di Roberto De Zerbi a Torino fece un figurone. Cristiano Ronaldo trovò il suo primo gol in A grazie a un regalo della difesa neroverde ma la costante proiezione offensiva di Berardi e compagni fu incredibile. Il ritorno della Juve dopo il KO di Bergamo è passato per Mario Mandzukic. Contro il Parma la sua prova, a livello offensivo, è stata maiuscola. Lui cerca Ronaldo e la cosa (abbastanza incredibilmente visti i numeri del portoghese) è reciproca. Mandzukic continua ad avere un rapporto tiri in porta/gol decisamente sopra la media.

Filip Djordjevic vs Roma

La vera notizia in casa Chievo sono i 5 gol segnati nelle ultime due gare. All’andata la sfida tra le due squadre si risolse con un pareggio-rimonta da parte dei gialloblù. Analizzando la somma gol delle due protagoniste, scopriamo che il totale dice 134. Le partite giocate dal Chievo fin qui in stagione hanno generato 63 gol, quelle della Roma 71. In più, i match dei giallorossi hanno avuto per ben 11 volte (quindi per metà delle gare) una somma reti di almeno 4 gol. Senza Pellissier ci sarà molto probabilmente l’ex Lazio che sentirà aria di Derby…

Federico Santander vs Genoa

Lo diciamo subito a scanso di equivoci: ‘El Ropero’ non sta benissimo e non è detto che scenda in campo dal 1’ dato che deve recuperare da un affaticamento muscolare. Mihajlovic farà di tutto per averlo in campo. Senza lo squalificato Romero, il Genoa deve aggiustare la propria difesa e sulle palle aeree, pezzo forte di casa Santander, qualcosa può concedere. La squadra di Prandelli ha preso sin qui 8 reti di testa, alcune delle quali da specialisti quali Petagna, Lasagna e Milinkovic-Savic. Contro l’Inter si è visto un Bologna capace di mandare al tiro anche i centrocampisti che si erano inseriti e il lavoro di sponda di Santander può essere determinante in questo senso.

Felipe Caicedo vs Empoli

Contro il Frosinone è stato il più prolifico. Non parliamo ovviamente solo di gol fatti (sarebbe semplice visto che la gara è finita 1-0 per gli uomini di Inzaghi) ma soprattutto di conclusioni e occasioni create. A livello di tocchi totali Immobile ha avuto la meglio, 57 contro 27 del compagno di reparto ma Caicedo ha provato 6 volte la conclusione centrando lo specchio in un paio di casi mentre il Ciro nazionale non ha mai impegnato Sportiello. Anche a livello di occasioni create per i compagni Caicedo ha superato Immobile. Con il capocannoniere laziale molto probabilmente in panchina, Caicedo diventa il terminale offensivo di riferimento e lo sarà contro una squadra che in trasferta prende almeno un gol a partita dal 2 settembre.

PANCA

Panchinaro della settimana - Domenico Berardi vs Juventus

Tre gol sin qui in campionato. Due dopo le prime due giornate, poi uno solo nei successivi 1.608 minuti. Il suo problema, numeri alla mano, sono i tiri in porta. Per posizione geografica in campo, Berardi è portato più alla conclusione dalla distanza. Centrare sempre lo specchio non è semplice, segnare ancor meno. Nelle ultime 11 partite, Berardi non ha mai fatto registrare più di una conclusione nello specchio. Il totale dei tiri tentati è stato, in queste 11 gare, di 25 conclusioni ma solo 8 hanno inquadrato i pali. Più probabile che possa essere un elemento capace di creare occasioni per i compagni ma se cercate il +3…al momento sconsigliamo l’acquisto.

Stefano Okaka vs Torino

Le gare che nel corso del campionato hanno visto coinvolte Torino e Udinese non hanno generato tantissimi gol. In totale sono stati 24 nelle gare interne della squadra di Mazzarri (considerando sia i gol fatti dal Torino che dalle avversarie) e 22 nelle partite con l’Udinese in trasferta. La media della somma gol è abbastanza bassa ed è quindi verosimile che non ci saranno valanghe di gol. Dopo un nuovo debutto con gol, Okaka non ha giocato da titolare l’ultima con i suoi. Per questo turno si gioca la titolarità con Lasagna e Pussetto. Forse l’assenza di Nkoulou potrebbe favorirlo ma numeri alla mano non dovrebbe essere rischiato al fantacalcio.

Roberto Inglese vs Inter

Dopo una serie di reti consecutive fuori casa, Inglese aveva messo a segno una doppietta, purtroppo per lui inutile ai fini della vittoria di squadra, contro la Spal. In questa stagione la punta del Parma ha segnato solo a una Big: era la 14ma giornata e a San Siro il Milan incassava la sua rete. Per il resto poca gloria contro le prime della classe e l’Inter, nonostante le recenti difficoltà, è la squadra di A che concede meno reti agli attaccanti avversari

Francesco Caputo vs Lazio

Impegno molto complicato per l’Empoli di Iachini. La Lazio, pur con qualche defezione e un po’ di acciaccati, è reduce da ottime prove soprattutto a livello difensivo. In più la squadra di Inzaghi ha numeri eccellenti contro il gruppetto delle squadre di bassa classifica. In media Acerbi e compagni concedono, contro queste squadre, meno di tre tiri in porta a partita. L’Empoli invece, analizzando i numeri contro le squadre d’alta classifica, non crea molto a livello offensivo: la media è di poco più di 2,5 tiri in porta a partita. Basteranno per Caputo? Difficile ma, ovviamente, non impossibile.

Andrea Petagna vs Atalanta

Rientra dalla squalifica ed è sicuramente in un ottimo periodo di forma. Se escludiamo la super rimonta contro il Parma, è una Spal reduce da sole tre reti complessive nelle ultime 5 trasferte. Zero gol a Napoli e allo ‘Stadium’ di Torino. A San Siro, contro il Milan, è arrivato il gol (di Petagna) grazie a una deviazione. Insomma, se il trend è quello visto prima della partita del ‘Tardini’, non c’è da stare molto Allegri. A Cagliari e in casa contro la Juve in Coppa Italia, l’Atalanta di Gasperini ha dimostrato di essere molto cresciuta quanto ad attenzione difensiva. E sui duelli aerei Petagna non avrà vita facile.

 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi