Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
22 febbraio 2019

Consigli Fantacalcio: i "campo o panca" della 25^ giornata

print-icon

Ogni giornata nasconde insidie, rischi e turnover ma ci sono anche i dati che ci aiutano a capire chi dovrà essere un titolare inamovibile della nostra fantasquadra. La nostra fantarubrica passa in rassegna 10 nomi equamente suddivisi tra campo e panchina

SERIE A LIVE: TUTTE LE NEWS

LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA 25^ GIORNATA

GIOCA A SUPERSCUDETTO - LE ULTIME FANTANEWS

Il rinvio di Lazio-Udinese riduce la scelta di molti fantallenatori. Da una parte c’è chi è facilitato in alcune scelte che potevano rappresentare dei ballottaggi non da poco, dall’altra ci sono giocatori ‘sicuri’ che dovremmo rimpiazzare e non sempre la nostra rosa permette un avvicendamento comodo. Restano comunque 9 gare con svariati duelli: per qualcuno, sulla carta, l’impegno non è proibitivo ma in una settimana caratterizzata dalle Coppe c’è sempre da tenere in considerazione l’aspetto fisico e (perché no?) quello psicologico. La Juventus di Allegri, ad esempio, riuscirà ad azzerare la sconfitta con l’Atletico e a tornare subito quella macchina da punti che tutti conosciamo? L’Inter, all’esame Fiorentina, continuerà il trend positivo del periodo senza Icardi?

Scorrendo le partite in programma ci sono tanti interrogativi da risolvere e molte ‘trappole’ da evitare. L’anticipo del venerdì non è mai, fantacalcisticamente parlando, un punto a favore di chi deve fare la formazione. Moltissime squadre hanno ancora a disposizione un paio di allenamenti e le conferenze stampa del sabato pomeriggio, con notizie su titolari e recuperabili, arrivano ‘fuori tempo massimo’. La formazione va trasmessa prima di avere tutte le informazioni possibili ma grazie ai costanti aggiornamenti degli inviati di Sky, si possono avere più certezze sulle probabili formazioni

Ecco quindi una panoramica su chi mettere in campo e chi lasciare in panchina al fantacalcio. Prima del listone sono necessarie due premesse:

  • Giocatori come Icardi, Cristiano Ronaldo, Immobile e gli altri bomber spesso non verranno citati in quanto sono quasi sempre da mettere. Saranno presenti nelle liste solo in caso di "panca" oppure come consigliati in un match particolarmente difficile.

  • Nelle varie motivazioni cercheremo di supportare la spiegazione e il consiglio anche con dati statistici sulla base di quanto una squadra crea e di quanto un’altra concede.

CAMPO

Titolare della settimana - Fabio Quagliarella vs Cagliari

19 gol segnati in casa per la Sampdoria si qui in campionato sono un più che discreto bottino. La squadra di Giampaolo, considerando gli ‘expected gol’ avrebbe dovuto segnare leggermente meno di quanto fatto ma difficilmente numeri e campo vanno sempre di pari passo. Dall’altra parte il Cagliari formato trasferta deve ancora trovare una propria dimensione di continuità: nelle ultime 5 partire i rossoblù hanno concesso una media superiore ai 9 tiri in porta a partita e in 6 delle ultime 7 trasferte hanno concesso almeno 2 reti.

Lucas Paquetà vs Empoli

Nell’ultimo turno di campionato, il brasiliano non ha effettuato tiri ma è stato fin qui l’unico caso. Le sue giocate, tra recuperi, strappi e assist, sono sotto gli occhi di tutti e non è escluso che Gattuso (magari a gara in corso), possa avanzare il suo raggio d’azione. Da quando è arrivato al Milan, Paquetà ha sempre trovato lo specchio della porta almeno una volta a partita. Poi, come detto, la striscia si è fermata. L’Empoli in trasferta concede abbastanza alle varie avversarie. Anche a livello di occasioni da rete create, Paquetà viaggia su ottimi numeri: 5 in 5 gare.

Dries Mertens vs Parma

Senza Lorenzo Insigne, indisponibile per squalifica, non dovrebbero esserci dubbi sulla coppia d’attacco che affronterà il Parma. La squadra di D’Aversa continua ad essere quella che concede più tiri sia nel lungo che nel breve periodo. Dall’altra parte Ancelotti ha più volte sottolineato la capacità dei suoi di riuscire a creare occasioni da rete senza però realizzare gol nelle ultime 2 partite. Il totale dei gol attesi di queste due sfide è stata superiore a 5. Difficile pensare che andando avanti di questo passo, Mertens e compagni continuino a non buttarla dentro.

Andrea Petagna vs Sassuolo

Salvo clamorosi colpi di scena, Petagna chiuderà la stagione in doppia cifra. Sono al momento 9 le reti realizzate dal bomber ex Atalanta e contro un Sassuolo più altalenante del solito, potrebbe arrivare il timbro numero 10 per l’attaccante triestino. Certo l’assenza di Lazzari è pesante visto il numero di assist (7) fatto registrare sin qui in stagione ma dall’altra parte De Zerbi in casa alterna gare con numerose occasioni concesse ad altre con attenzione difensiva massima. Dopo un inizio con oltre 1 xG concesso di media, sono arrivate partite con poche occasioni lasciate agli avversari ma anche patite con expected gol superiore a 2,50.

Mariusz Stepinski vs Genoa

In ‘Fanta Room’ di questa settimana abbiamo scoperto che da quando è iniziato il girone di ritorno, il Chievo è una delle squadre che cerca maggiormente la conclusione. Senza Giaccherini, il sistema di gioco non dovrebbe cambiare (con Leris trequartista) e quindi anche lo sviluppo offensivo non subirà modifiche. Stepinski ha dimostrato di avere un ottimo repertorio. Nove tiri effettuati dal polacco nelle ultime 4 partite con anche 4 occasioni create per i compagni.

PANCA

Panchinaro della settimana - Gervinho vs Napoli

E’ la ‘margherita’ del campionato e di molti fantallenatori. Una partita da fenomeno e una partita anonima. Cosa accadrà contro il Napoli? L’ultima Big affrontata da Gerviho ha dovuto incassare due reti dall’ivoriano. A livello di reti e tiri in porta concessi il Napoli va alla grande contro la parte medio bassa della classifica. Dei 10 gol subiti (esclusi i rigori) da Koulibaly e compagni lontano dal ‘San Paolo’ 7 sono stati per mano di Sampdoria, Inter e Juventus.

Luis Muriel vs Inter

Dopo aver segnato tre reti con i primi tre tiri in porta dal suo ritorno nel nostro campionato, Luis Muriel ha smarrito la via dello specchio. Non parliamo di gol ma di conclusioni che abbiano inquadrato la porta e respinte dai vari portieri. A livello di iniziativa personale, il colombiano contro la Spal ha provato 3 volte la conclusione ma nei 180 minuti precedenti si è limitato a un solo tiro. Contro una delle migliori difese del campionato non sarà certamente facile. Va meglio il dato sulle chance create per i compagni che sono state in totale 6 nelle ultime 3 gare.

Stephan El Shaarawy vs Frosinone

In attacco c’è tanta concorrenza in questa gara dal turnover abbastanza forzato. In vista ci sono sia il Derby che la gara di ritorno di Champions contro il Porto e non è detto che tutto ciò che abbiamo visto nelle precedenti gare si ripeta. La certezza è Dzeko ma numeri alla mano sappiamo anche che uno come El Shaarawy ultimamente se centra la porta spesso trasforma il suo tiro in un +3. Il ‘problema’ è che l’attaccante giallorosso non va alla conclusione così spesso e certe medie sono difficili da mantenere nel lungo periodo. Il Frosinone in casa non è certo una sicurezza ma anche la Roma nelle ultime gare lontano da casa ha concesso una media di 5 tiri in porta agli avversari segno che non dobbiamo aspettarci una passeggiata giallorossa.

Federico Bernardeschi vs Bologna

A Bologna arriverà una Juventus arrabbiata dopo la sconfitta in Champions ma da quando è arrivato Mihajlovic, Santander e compagni hanno fatto vedere un maggior equilibrio tra fase offensiva e difensiva. In passato spesso abbiamo visto un Bologna troppo schiacciato che alla fine non riusciva a chiudersi per tutti e 90 i minuti di gioco. Un corretto bilanciamento permette anche di non concedere troppe conclusioni agli avversari. Bernardeschi in questa stagione di A, non ha trovato spesso la porta. Due reti ma solo 6 conclusioni da dentro l’area di rigore. A livello balistico conosciamo la sua forza nei tiri dalla distanza ma come sappiamo non è semplicissimo segnare da oltre 20 metri.

Andrea Belotti vs Atalanta

Zero gol negli ultimi 450 (e passa) minuti per il ‘Gallo’ che, al contrario di altri giocatori (leggi Dzeko e Simeone) che avevano faticato non poco nel girone d’andata, non sta ritrovando la via della rete con una certa continuità. Il problema però è più ampio: il numero di conclusioni dell’attaccante granata si assesta sui due tiri a partita (due tiri totali, non tiri in porta). Un bottino abbastanza risicato per chi dovrebbe essere il terminale offensivo della squadra. Belotti ‘paga’ forse anche un’ attentissima fase difensiva del Torino che se è vero che ha concesso pochissimo agli avversari, dall’altra parte non riesce ad esprimere uno sviluppo armonico della fase d’attacco contando spesso e volentieri solo sulle palle inattive.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi