Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
21 ottobre 2016

Austin, Hamilton e Rosberg si prendono le libere

print-icon
ros

Nico Rosberg (Mercedes) ha fatto segnare il miglior tempo nella seconda sessione di prove in Texas (Foto Getty)

La F1 in Texas quando mancano quattro gare al termine della stagione. Il britannico chiude le P1 in 1:37.428, mentre le P2 vanno all'altro pilota Mercedes e leader della classifica con il tempo di 1:37.358. Ferrari: Raikkonen 4° nella prima sessione, stesso risultato per Vettel nella seconda 

Nessun match point mondiale in Texas, ma il Gran Premio degli Usa segna l'inizio del conto alla rovescia decisivo per l'assegnazione del titolo. Il lungo weekend di Austin, quart'ultima prova della Formula 1 2016, si è aperto con l'accelerata di Lewis Hamilton e si è concluso con quella di Nico Rosberg, il migliore nella seconda sessione di prove libere e lanciato verso la vittoria del campionato. Il tedesco della Mercedes ha percorso 17 giri archiviato le P2 in 1:37.358, lasciandosi alle spalle la Red Bull di Daniel Ricciardo e l'altra Freccia d'Argento di Hamilton.

Quarto Sebastian Vettel su Ferrari, a circa mezzo secondo da Hamilton. Seb in mattinata aveva dovuto fare i conti con una macchina un po' nervosa. Decimo, invece, l'altro ferrarista Kimi Raikkonen, a 1"509 dal leader del Mondiale. Prima di lui si sono classificati Nico Hulkenberg (Force India-Mercedes, a 1"150), 6°; Sergio Perez (Force India-Mercedes, a 1"210), 7°; Jenson Button (McLaren-Honda, a 1"355), 8°; Fernando Alonso (McLaren-Honda, a 1"443), 9°.

La prima sessione - Nella sessione inaugurale, invece, a piazzarsi davanti a tutti è stato Hamilton, che ha chiuso in 1:37.428 davanti a Rosberg (+0.315). Terzo miglior tempo per la Red Bull di Verstappen (+1.951), mentre è quella di Raikkonen la prima delle Ferrari. Il finlandese ha chiuso con un distacco di +1.979 da Hamilton. Solo ottava l'altra Rossa di Vettel (+2.560). Il tedesco ha avuto qualche problema con un profilo di carbonio sistemato alla base della sua monoposto e volato via dopo un lungo che lo ha portato sui cordoli. 

Combinazioni mondiali - Secondo le possibili combinazioni per l'assegnazione del titolo, a Rosberg basterà arrivare tre volte secondo e una volta terzo per diventare il nuovo campione della Formula 1. I punti di distacco tra il tedesco e Hamilton sono al momento 33.