VF-17 pezzo per pezzo: smontiamo la nuova Haas

Formula 1

Cristiano Sponton

haas_analisi_tecnica_03

L'ANALISI TECNICA. Capiamo com'è fatta la monoposto 2017 del team americano dopo i giri effettuati a Barcellona per il filming day. Ha il motore Ferrari ma ha altre cose in comune sia con la SF16 H che con la SF70 H. VOTO 6

Mostrate le prime foto della nuova Haas VF17 scattate durante il filming day realizzato sul tracciato di Barcellona dove, a partire da lunedì, inizieranno i primi test invernali. La vettura del team americano ha molte similitudini, sia con la SF70 H, sia con la SF16 H. Il muso (1) è similare a quello visto sulla Ferrari SF70H con la presenza della protuberanza per incanalare un maggior flusso d'aria tra i piloni di sostegno dell'ala. Sulla deriva verticale dell'ala anteriore (2) è stata collocata una lunga appendice aerodinamica necessaria ad energizzare il flusso passante ai lati dell'ala anteriore. Si segnala la presenza degli upper flap che vanno a spostare il flusso d'aria esternamente agli pneumatici anteriori. Inediti i doppi turning vanes (3) sotto il muso, elementi importanti per la gestione del flusso d'aria in arrivo dalla sezione neutra dell'ala anteriore e dalla parte interna dei flap  e  vanno ad interagire con il grosso vortice creato nella parte interna dei flap superiori dell'ala anteriore. 

Si nota la presenza dei mozzi soffianti (4) che permettono di espellere, direttamente dal mozzo, l'aria calda che si genera all'interno del cerchio. Questa soluzione, se ben tarata, contribuisce a ridurre le turbolenze che si vengono a generare dal rotolamento dello pneumatico che disturbano l'efficienza aerodinamica generale della monoposto, soprattutto tra parte centrale e posteriore della vettura.Per migliorare l'andamento dei flussi verso la zona delle fiancate è stata collocata un'aletta (5) nella zona dell'abitacolo che ricorda quella utilizzata nella stagione 2008 dalla Ferrari. 

Il fondo (6) ha, come in quasi tutte le vetture già presentate,  una parte rialzata per incanalare un flusso d'aria maggiore sotto la vettura che vada ad alimentare il diffusore, cercando di aumentare il carico aerodinamico Le prese di raffreddamento delle fiancate (7) sono similari a quelle utilizzate sulla Ferrari nella scorsa stagione e non presentano, davanti ad esse, tutti i profili che abbiamo visto sulla SF70H. Da segnalare, proprio sulla fiancata, una presa d'aria aggiuntiva (8) che porta aria fresca agli scambiatori collocati al suo interno. 

Per quanto riguarda l'airscope (9), il Team Haas prosegue con il concetto già utilizzato sulla VF16 senza progettare una versione simil Mercedes e quindi suddiviso in varie zone ognuna delle quali andrebbe a raffreddare una parte della Power Unit. Presente, sulla parte terminale del cofano, la pinna dorsale (10) per migliorare il flusso d'aria diretto verso l'ala posteriore. Un'ala piuttosto semplice, sorretta dal mono-pilone (11). 

 

Per ora, la vettura del team Haas, non ha sorpreso, anzi, p sembrata essere, insieme a Williams, una monoposto piuttosto conservativa. 

VOTO 6

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche