Formula 1, GP Cina: Vettel: "Il clima è cambiato"

Formula 1
conf_f1

Partito ufficialmente il weekend di Shanghai. Protagonista in conferenza stampa il tedesco della Rossa, oltre all'italiano della Sauber Antonio Giovinazzi. Seb: "Abbiamo solo vinto una gara, ma è stato bello regalare questa gioia a tanta gente. La Mercedes è ancora favorita. Noi però vogliamo continuare così"

RIVIVI LA CONFERENZA STAMPA DEI PILOTI  ORARI E GUIDA TV AL GRAN PREMIO

Cominciare la stagione con la vittoria alla prima gara del Mondiale in Australia è stato fantastico, la Ferrari non vuole però fermarsi qui. Sebastian Vettel è stato l’assoluto protagonista della conferenza stampa alla vigilia del Gran Premio della Cina, secondo appuntamento stagionale. "La vittoria ha significato molto per il team. E' stata una giornata molto speciale, i tifosi a Melbourne ci hanno regalato una giornata incredibile. Anche per chi è rimasto in Italia è stato grandioso avere una piccola ricompensa per il tantissimo lavoro in inverno. E' solo la prima gara ma è il miglior modo per cominciare".

La stagione 2016

Il tedesco della Rossa non butta via le difficoltà dello scorso anno. “Non è stata una stagione così negativa, ci sono state tante gare in cui non tutto è girato per il verso giusto, ricordo però un anno migliore di ciò che viene descritto. Molte cose per noi sono cambiate, il clima è cambiato: il team è cresciuto, ci sentiamo più a nostro agio. Il lavoro sta procedendo nel modo migliore. Speriamo di poter manifestare questa tendenza positiva in pista. Dopo Melbourne vogliamo continuare come abbiamo cominciato".

La pioggia

A Shanghai piove intensamente, e le previsioni del weekend non sono buone. Vettel promette tutto il suo impegno: "La Cina è una pista diversa da Melbourne, molto esigente per le gomme, è difficile fare previsioni. E poi come vedete anche il meteo è molto incerto. Noi faremo del nostro meglio”. Il Gran Premio di Cina è stato sempre pieno di sorprese. Soprattutto per lui: “Ricordo il Gp del 2007 con la Toro Rosso: partii 18° e arrivai 4°. E' una pista con condizioni davvero imprevedibili. Impossibile fare previsioni".

Mercedes ancora favorita

La pressione è ancora sugli avversari Hamilton e Bottas: “Credo che la Mercedes debba ancora essere considerata favorita. Noi prendiamo una gara per volta. Sappiamo di avere un bel pacchetto che ci mette in una buona posizione" . Il tedesco ha poi parlato delle nuove auto: “Sono molto più veloci. Non dobbiamo dimenticare che abbiamo molto più carburante in serbatoio. Le gomme durano più a lungo e le macchine sono più pesanti. Se guardiamo la velocità sono le vetture molto più veloci che abbiamo mai avuto".

Raikkonen: "Il bagnato, sorpresa per tutti"

Nel secondo "blocco" della conferenza stampa, ha parlato Kimi Raikkonen. Anche lui ha confermato il buon clima nel team Ferrari: "Abbiamo imparato parecchie cose a Melbourne, ma sfortunatamente solo sul finire del GP di Australia, quando ho fatto il record sul giro. Rispetto al passato, tuttavia, siamo partiti bene, il team ha fatto un lavoro solido e il quarto posto non è da buttare. C’è fiducia". Su altro meglio non sbilanciarsi: "Non so chi sarà il favorito, non abbiamo ancora fatto un giro di pista. Abbiamo a disposizione una buona macchina, ma molto dipenderà anche dal bagnato. A Barcellona, il circuito è stato inumidito, ma non abbiamo fatto vere e proprie prove sul bagnato".

Verstappen: "Gap ampio, ma miglioreremo"

Realista invece il pilota della Red Bull Max Versappen: "Dobbiamo migliorare. Stiamo lavorando sodo per portare aggiornamenti già in questo weekend, che ci possano permettere di colmare il grande divario con gli altri due team. Vediamo qui su un circuito normale a Shanghai". Il giovane Max non sa quanto tempo ci vorrà per avvicinare Mercedes e Ferrari"E’ piuttosto difficile dirlo, ma sono fiducioso di poterlo fare nelle prossime gare. Poi vedremo con l’aggiornamento del motore“, ha aggiunto. A domanda precisa, l’olandese ha poi spiegato al momento cosa manca alla sua auto: "Il bilanciamento, nelle qualifiche è andata bene, ma c’è bisogno di più potenza, dobbiamo mettere la macchina nella giusta finestra per poi avere gli aggiornamenti desiderati dal punto di vista del motore". Correre sul bagnato non lo spaventa: "L’anno scorso il nostro pacchetto anche sull’asciutto era un po’ migliore e competitivo, vedremo, lo scopriremo, è sempre bello guidare sul bagnato". 





Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche