Formula 1, la conferenza stampa del GP della Russia

Formula 1
raikkonen_conferenza-stampa

Con le parole dei piloti si è aperto il weekend del GP della Russia. La Scuderia di Maranello cerca conferme dopo i successi di Vettel in Australia e Bahrain. Raikkonen: "Non so se Seb è il primo pilota, mai parlato con il team". Bottas: "Sono un uomo squadra, ma cercherò di non trovarmi nelle condizioni di dover far passare Lewis". I drivers bocciano il sistema di sicurezza Halo. Domenica la diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD (canale 207)

CLICCA QUI PER TUTTE LE DICHIARAZIONI DELLA CONFERENZA STAMPA

IL GP DELLA RUSSIA SU SKY SPORT: PROGRAMMA E ORARI

Come ogni giovedì di gara è stata la conferenza stampa dei piloti ad aprire il fine settimana della Formula 1. Divisa in due parti, la conferenza del GP della Russia si è aperta con le domande a Bottas (Mercedes), Grosjean (Haas) e Kvyat (Toro Rosso); nella seconda, invece, Raikkonen (Ferrari), Ricciardo (Red Bull) e Wehrlein (Sauber). Grande attenzione sul tema della sicurezza, con i drivers in generale contrari al sistema Halo.

Primo gruppo: Bottas, Kvyat, Grosjean

Valtteri Bottas Mercedes - "Sto migliornado di qualifica in qualifica. Melbourne è stata la gara migliore, poi ho avuto problemi tecnici di natura diversa. Qui abbiamo un pacchetto forte e sarà battaglia con la Ferrari. In Bharain abbiamo faticato con le gomme, ma i test sono stati utili. Qui le condizioni sono diverse e sarà una gara diversa. I miei primi 100 giorni in Mercedes sono stati fondamentali per imparare e crescere. Ora mi sento parte integrante del team ".

Daniil Kvyat, Toro Rosso
 - "E' un privilegio disputare una gara in casa, sono stato anche a Mosca ieri. Bello essere circondato da persone piacevoli e ho giocato anche a curling. Dal 2014 gli spalti sono stati sempre pieni qui. Speriamo sia una gara interessante anche da questo punto di vista. Finora la mia stagione è stata positiva, positivo è stato completare la gara in Australia. E' importante sapere di avere un buon passo, abbiamo il pacchetto per fare buoni risultati, anche se in Cina e Bahrain non sono andate a perfezione le cose. Quest'anno possiamo spingerci al limite sia in qualifica che in gara. Le macchine? La nostra è piuttosto completa".

Romain Grosjean, Haas - "Avevo detto che avrei aspettato quattro gare per capire il potenziale della Haas. E questa a Sochi è la quarta. Sappiamo che se andremo bene qui le cose potrebbero andare bene tutto l'anno. Nei test in Bharain poi provato freni diverso dalla Brembo, quelli usati dalla Cina in poi sono però stati molto buoni. Quelli testati ci hanno dato buone risposte nel controllo".

Secondo gruppo: Raikkonen, Ricciardo, Wherlein

Kimi Raikkonen, Ferrari - "Partire dietro in Bahrain non è stato il massimo, ma il feeling è stato buono in generale. Dobbiamo fare un sabato migliore. Che weekend sarà con la Mercedes? Non so, ditemelo voi. Vedremo in gara. Questa Ferrari è molto buona sta a me avvicinarla al mio stile cercando di migliorare. Vettel il primo pilota? Ancora non abbiamo parlato con il team di queste cose. Mi sembra presto".

Daniel Ricciardo, Red Bull - "Stiamo crescendo. Spero che ci sia una soluzione in grado di farci andare più veloci. Vogliamo entrare nella lotta con Ferrari e Mercedes. E' un periodo dell'anno in cui dovremmo vedere i frutti dei nostri aggiornamenti. Abbiamo avuto il tempo per valutare i problemi. Con la Ferrari sembriamo vicini in avvio di gara, poi invece.... Possiamo chiedere un miglioramento, anche lo scorso anno c'è stato e abbiamo fatto un passo avanti".

Pascal Wehrlein, Sauber - "Felice del primo mio weekend, è andato bene. Neri test ho fatto quasi 100 giri e ora voglio entrare nel vivo della mia stagione. E' stata dura tornare, ma tante persone mi hanno aiutato a tornare in forma dopo l'incidente. Quando ho postato una foto sui social dopo il Bahrain forse è stato più chiaro quello che mi era successo (alla Race Of Champions, ndr). Pensiamo di poter migliorare".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche