Formula 1, GP Russia: le Ferrari dominano il venerdì di libere

Formula 1
BOX_FERRARI_SOCHI

Primi giri sul circuito di Sochi nel segno della Ferrari. Raikkonen chiude la prima sessione davanti a tutti in 1:36.074; nella seconda Vettel in 1:34.120. Poi le Mercedes e le Red Bull (che faticano ancora). Il GP della Russia è in diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD (canale 207)

CLICCA QUI PER RIVIVERE LE PROVE LIBERE

I TEMPI DEL VENERDI'

IL GP DELLA RUSSIA SU SKY SPORT: PROGRAMMA E ORARI

E se Sochi dopo dopo 4 anni non fosse più un tracciato per sole Mercedes? In effetti questa sembra la chiara risposta dopo il venerdì di prove libere, con le Ferrari protagoniste e dominatrici. Prima Kimi Raikkonen e poi Sebastian Vettel si sono lasciati dietro gli scarichi delle rispettive SF70 H sia le Mercedes che Le Red Bull. Il weekend del GP di Russia è dunque entrato nel vivo, e lo ha fatto su un circuito in mattinata apparso molto scivoloso per lo scarso grip che ha indotto i piloti a molti errori.

La seconda sessione

Dunque Vettel ha fatto registrare il miglior tempo nelle seconde prove libere del Gp di Russia. Sul  circuito di Sochi il tedesco della Ferrari ha girato in 1'34"120  precedendo il compagno di squadra, il finlandese Kimi Raikkonen  (1'34"383) e le due Mercedes del finlandese Valtteri Bottas (1'34"790) e dell'inglese Lewis Hamilton (1'34"829). Quinto e sesto tempo per le Red Bull dell'olandese Max Verstappen (1'35"540) e dell'australiano Daniel Ricciardo (1'35"910).

La prima sessione

Nella prima sessione, invece, il miglior tempo è stato di Raikkonen su Ferrari in 1:36.074. Alle sue spalle, lontano appena 45 millesimi, c'è il connazionale della Mercedes Valtteri Bottas, poi a distanza di 607 millesimi Lewis Hamilton. Quarto tempo per Max Verstappen (Red Bull), quinto per l'altro ferrarista Sebastian Vettel a 1.156.

L'omaggio di Alonso

"Corro per te": con queste parole Fernando Alonso ha annunciato sui social una iniziativa per ricordare  Gonzalo Baruto Movilla, il pilota di karting morto all'età di 11 anni lo scorso sabato in un incidente sul circuito di proprietà del campione spagnolo, durante un allenamento valido per il campionato delle Asturie a La Morgal. Il due volte campione del mondo corre con un casco a cui è stato aggiunto il nome del ragazzo.

Il giovedì a parole...

Ieri, con la conferenza stampa dei piloti, si è aperto ufficialmente il weekend di Sochi. Qui la Ferrari cerca conferme dopo i successi di Vettel in Australia e Bahrain. Ai giornalisti, invece, Raikkonen ha detto: "Non so se Seb è il primo pilota, mai parlato con il team di questo argomento. E' presto". Bottas della Mercedes ha risposto sulla questione ordini di scuderia: "Sono un uomo squadra, ma cercherò di non trovarmi nelle condizioni di dover far passare Hamilton". I drivers presenti, infine, hanno bocciato il sistema di sicurezza Halo.

ll circuito

Il circuito, lungo 5.853 metri, è composto da ben dodici curve a destra e solo sei a sinistra. Il primo settore è quello più veloce, mentre secondo e terzo sono più lenti e tecnici, con predominanza di curve a 90° da terza marcia con cordoli esterni alti ed a scalino che sollecitano molto gomme e appendici aerodinamiche. Per essere veloci in questi tratti guidati servirà un’ottima stabilità in frenata e tanta trazione.
Nel complesso il tracciato di Sochi richiede un alto carico aerodinamico per garantire una frenata stabile e la trazione necessaria nelle numerose curve lente.

Le gomme

Per la prima volta da quando si corre a Sochi la Pirelli ha deciso di portare in pista la specifica più morbida tra quelle a disposizione (UltraSoft). Gli altri compound che vedremo in questo fine settimana saranno la SuperSoft e la Soft. Tutti i team avranno a disposizione due set di Soft, quattro di SuperSoft e ben sette di UltraSoft.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche