Mondiale capovolto: ora la Mercedes insegue la Ferrari

Formula 1

Antonio Boselli

In un anno la situazione ai vertici della Formula 1 si è capovolta: adesso le monoposto di Hamilton e Bottas faticano a stare dietro alla Ferrari, che domina la testa della classifica piloti grazie a Vettel e a numeri positivi come non si vedevano dal 2008

Era impossibile prevedere una stagione così: due mesi fa nessuno poteva immaginare una Ferrari così competitiva e una Mercedes così in difficoltà. In Russia ha vinto Bottas, certo, Hamilton è in piena corsa mondiale a 13 punti da Vettel, ed è solo la quarta gara della stagione. Ma una Ferrari così, ce lo dicono i numeri, non si vedeva dal 2008.

E se la Rossa fila via veloce, compatta ai box e a Maranello, la Mercedes sta affrontando un periodo delicato. Hamilton è in calo, un abisso i 36 secondi di distacco da Bottas, che rischia di diventare un avversario tosto, molto più tosto di quanto previsto. Ma il problema più grande è la W08 che si sta rivelando una monoposto complicata. Pesante, imprevedibile nel rendimento delle gomme, potrebbe subire degli aggiornamenti importanti da Barcellona. Esattamente quello che succedeva nel recente passato alla Ferrari, che arrivava in Spagna (prossima gara in calendario) già in attesa di novità che potessero risollevare la situazione. Si sono invertiti i ruoli insomma, e la cosa non può che far piacere ai tifosi della Rossa e agli appassionati della F1, per un Mondiale che si deciderà solo all'ultima gara.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche