Formula 2, a Monaco vincono Rowland e De Vries

Formula 1
_54I5664

Charles Leclerc era atteso ad un weekend da protagonista assoluto nella sua Montecarlo, invece la sfortuna ha colpito il pilota Ferrari Driver Academy: salva la leadership in classifica, ma Oliver Rowland si è fatto sotto vincendo gara-1. Il punto sulla stagione

Sembrava tutto scritto. Charles Leclerc doveva essere il re della sua Montecarlo, almeno per quanto riguarda il palcoscenico della Formula 2 in cui si era già preso la ribalta in Bahrain e a Barcellona. Ma la roulette del Principato ha scelto di premiare altri nomi. E così, dopo la splendida pole in qualifica e una buona parte di gara 1 da fuggitivo, il talento monegasco ha visto precipitare le sue chanches fino al ritiro. A trionfare è stato Oliver Rowland, suo antagonista in classifica generale, dove è adesso vicinissimo. In gara 2 il successo è andato invece nelle mani di Nyck De Vries, pupillo McLaren, un nome da tenere d'occhio per il resto dell'anno. Capitolo italiani: due piazzamenti per Luca Ghiotto, che accumula altri punti utili, mentre la sfortuna non abbandona Antonio Fuoco. Un problema alla frizione lo ha costretto a prendere il via di gara 1 dalla pit-lane, condizionando l'intero weekend.

Gara 1: Sfortuna Leclerc, vince Rowland

Disputata di venerdì, come da tradizione a Monaco, gara 1 doveva essere un'autentica passerella per Leclerc, partito a razzo dalla pole e capace di staccare il resto del gruppo. Ma a Monaco nulla è scontato, e ne è arrivata l'ennesima conferma: il contatto al Mirabeau fra Robert Visou e Louis Deletraz ha richiesto l'intervento della safety-car, Leclerc è entrato ai box forse troppo presto per il cambio gomme ed è scivolato in quarta posizione. Poco dopo addirittura il ritiro, provocato da un problema tecnico. Grandissima la delusione del giovane pilota Prema, che mai aveva corso a casa sua. A festeggiare la vittoria (la prima in questa categoria) è stato così Rowland, diventato leader proprio nella fase delle soste. Il britannico ha preceduto Artem Markelov, secondo, mentre sul terzo gradino del podio è salito il giapponese Nobuharu Matsushita della ART. A seguire Alex Albon e il nostro Luca Ghiotto, quinto con la grinta sfoderata nell'attacco a Johnny Cecotto.

1. Oliver Rowland - DAMS - 41 giri
2. Artem Markelov - Russian Time - +0.864
3. Nobuharu Matsushita - ART - +13.769
4. Alexander Albon - ART - +19.738
5. Luca Ghiotto - Russian Time - +24.657
6. Gustav Malja - Racing Engineering - +28.082
7. Nyck De Vries - Rapax - +28.453
8. Johnny Cecotto - Rapax - +29.125
9. Jordan King - MP Motorsport - +45.552
10. Sergio Canamasas - Trident - +46.581

Gara 2: La prima di De Vries

Nella Sprint Race, grazie all'inversione dei primi otto di gara 1 sulla griglia, De Vries si è trovato a scattare in prima fila al fianco di Cecotto, suo compagno nel team italiano Rapax. L'olandese è stato bravissimo a portarsi subito in testa, involandosi senza intoppi verso la sua prima affermazione in F2. Cecotto ha quindi chiuso in piazza d'onore, regalando la doppietta alla Rapax, con lo svedese Gustav Malja sul terzo gradino del podio. Nei suoi scarichi il nostro Ghiotto, quarto davanti a Markelov e Albon. A secco Rowland: dopo il trionfo di gara 1 il britannico della DAMS non è riuscito a risalire, terminando nono e mancando l'aggancio in campionato a Leclerc. Il baby ferrarista ha cercato di recuperare dal fondo, ma la sua marcia si è interrotta molto presto dopo aver toccato Norman Nato. Sospensione anteriore danneggiata e altro ko. Meglio voltare pagina.

1. Nyck De Vries - Rapax - 30 giri
2. Johnny Cecotto - Rapax - +9.834
3. Gustav Malja - Racing Engineering - +10.415
4. Luca Ghiotto - Russian Time - +10.881
5. Artem Markelov - Russian Time - +11.258
6. Alex Albon - ART - +11.901
7. Nobuharu Matsushita - ART - +13.627
8. Jordan King - MP Motorsport - +13.970
9. Oliver Rowland - DAMS - +28.993
10. Antonio Fuoco - Prema - +29.051

Rowland a -3 da Leclerc

Unica consolazione per Leclerc l'aver conservato la vetta della classifica generale con 77 punti, contro i 74 di Rowland: decisiva, per ora, la pole ottenuta in qualifica che vale 4 lunghezze aggiuntive. Dietro di loro Markelov si è ripreso il terzo posto ai danni di Ghiotto, suo compagno in Russian Time, ma anche il pilota veneto può continuare a considerarsi in lotta per il titolo. 21 punti, con una Formula 2 sempre ricca di sorprese, non sono un ritardo insormontabile.

1. Charles Leclerc - Prema - 77
2. Oliver Rowland - DAMS - 74
3. Artem Markelov - Russian Time - 60
4. Luca Ghiotto - Russian Time - 56
5. Nobuharu Matsushita - ART - 48
6. Alex Albon - ART - 37
7. Nyck De Vries - Rapax - 29
8. Jordan King - MP Motorsport - 29
9. Nicholas Latifi - DAMS - 28
10. Gustav Malja - Racing Engineering - 28

Prossimo appuntamento: Baku

La prossima tappa in calendario sarà ancora su un tracciato cittadino, quello di Baku. Nella capitale dell'Azerbaijan la Formula 2 sarà di scena dal 23 al 25 giugno, con tutte le sessioni trasmesse in diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD (canale 207). Lo scorso anno il nostro Antonio Giovinazzi conquistò una sensazionale doppia vittoria, dando inizio alla cavalcata che lo ha condotto a un soffio dal titolo GP2.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche