La F1 a Londra, che show nella capitale inglese. Ma Hamilton non c'è

Formula 1

Nella settimana che porta al GP di Gran Bretagna, la capitale inglese ha ospitato un evento show, durante il quale i piloti hanno girato per le stade cittadine con le loro monoposto. Tutti presenti, tranne l'inglese della Mercedes. Vettel: "Mondiale aperto". Rosberg: "Vincerà un pilota Mercedes"

La Formula 1 sbarca a Londra ed è subito grande spettacolo. E' da poco terminato infatti uno degli eventi più particolari che il circus mondiale abbia mai organizzato, una intera giornata grazie alla quale provare ad avvicinare ancora di più la gente al mondo dei motori. Per le strade di Londra, i tantissimi appassionati accorsi nella capitale inglese hanno potuto trascorrere diverse ore a pochi metri dai propri idoli, di oggi e del passato, ammirando da vicino le monoposto che si stanno dando e si sono date battaglia sui circuiti di tutto il mondo. Durante la mattinata tante le iniziative legate al mondo dei motori e dislocate nei vari stand sparpagliati per il centro, nei quali i tifosi hanno potuto ad esempio ascoltare il rombo delle auto storiche ed effettuare prove di pit stop.

Hamilton non c'è, Button con Naomi

Il clou della manifestazione, invece, è arrivato attorno alle 18 inglesi (19 in Italia), quando è cominciato il vero e proprio road show nel quale sono stati impegnati i piloti e le monoposto dell'attuale Mondiale di F1: un percorso inedito, da Trafalgar Squadre a Westmintser, percorso a tutta velocità e con diverse evoluzioni dai campioni del circus. Presenti tutti i protagonisti tranne uno, forse il più atteso, quel Lewis Hamilton la cui partecipazione era stata annunciata ma che all'ultimo ha preferito disertare l'evento (come ha fatto maliziosamente notare anche Vettel una volta salito sul palco al termine dell'esibizione). I tifosi inglesi allora si sono potuti rifare con Jenson Button, sempre molto popolare in Gran Bretagna, che ha avuto il piacere di ospitare sulla sua monoposto un passeggero d'eccezione come la modella Naomi Campbell. Il campione del mondo ha avuto anche un piccolo contrattempo e proprio mentre era in macchina con la sua ospite particolare ha avuto un problema con la frizione ed è rimasto piantato in mezzo alla strada con la monoposto spenta. 

Seb e Ricciardo, che show!

Prima dell'ex pilota della McLaren hanno assaggiato l'asfalto della capitale inglese tutti gli altri, a cominciare da quel Rene Arnoux ex pilota Renault e Ferrari negli ultimi anni del 70 e per tutti gli anni 80. Un giro sulla Renault RS01 del '77, un saluto al pubblico e poi via per lasciare spazio ai protagonisti di oggi. Stoffel Vandoorne ha girato con la McLaren MP4/6 del '91, quella di Senna per intenderci, Pascal Wehrlein con la Sauber C32-01 del 2013, quindi è stata la volta di Vettel sceso in pista, o meglio in strada, con la Ferrari SF15-T. Il tedesco della Ferrari è stato tra i piloti più spettacolari, immediatamente seguito da Ricciardo, forse il migliore nel far compiere delle evoluzioni alla sua Red Bull RB-7 del 2011. Ultimo dei piloti impegnati nel road show quel Valtteri Bottas reduce dalla vittoria nell'ultimo gran premio di Austria. Quindi tutte le macchine sono uscite in una parata collettiva che ha fatto tremare i palazzi del centro di Londra ed entusiasmato il pubblico assiepato a bordo strada. 

Vettel: "Grande stagione finora" Bottas: "Lotterò per il titolo"

Nel corso dell'evento tanti piloti del presente e del passato hanno raccontato le proprie emozioni sulla serata e sulla lotta al mondiale, sempre più nel vivo e aperta a ogni possibile risultato finale.

Bottas: “Sono in una situazione in cui ho soltanto da guadagnare. Sono partito ottenendo la prima pole. poi sono arrivate un paio di vittorie. Sicuramente lotterò per il titolo”

Brawn: “È l’inizio di un nuovo regime, riportare la F1 alle persone che la amano. Vogliamo fare altre cose simili perché abbiamo visto il sostegno che questo evento ha generato. È motivante vedere tutta questa gente qui”

Vettel: “È stata una grande stagione finora. È bello vedere che la Ferrari è tornata. Abbiamo fatto tante belle gare, tanti bei podi e speriamo di far bene anche domenica a Silverstone. È una gran pista, il pubblico è sempre stato molto giusto: nel 2009 vinsi la gara e ricevetti molto applausi, nonostante sfidavo Button. Attendiamo la gara con molta impazienza”

Rosberg: “Sebastian Vettel sta facendo un lavoro grandioso, ma penso che alla fine prevarrà la Mercedes. Bottas è tornato alla grande, ma spero da tifoso che si decida tutto all’ultima gara”

Ricciardo: “A Silverstone l’obiettivo è ottenere il sesto podio. Lottare per il titolo l’anno prossimo? Lo spero, ma è ancora presto per parlarne. Spero di fare ancora podi per costruire qualcosa d’importante in vista dell’anno prossimo. Verstappen in difficoltà? Lui è molto deluso, io sto bene invece e per il team non è una cosa semplice gestire due umori diversi. Anche Max si riscatterà comunque, è una ruota che gira. Silverstone è un circuito veloce, uno dei miei preferiti”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche