F1, Haas conferma Grosjean e Magnussen per la prossima stagione

Formula 1
haas_getty

Il proprietario della scuderia americana ha annunciato al sito della Formula 1 che Grosjean e Magnussen saranno confermati come piloti per la prossima stagione. Il team manager Steiner lo aveva preannunciato polemicamente negli scorsi giorni

Il team Haas avrà gli stessi piloti nella prossima stagione. Il proprietario della squadra, Gene Haas, ha confermato che Romain Grosjean e Kevin Magnussen saranno alla guida delle due monoposto anche l’anno prossimo. In una lunga intervista al sito ufficiale della Formula 1 l’imprenditore americano ha parlato dei suoi piloti e degli obiettivi stagionali: “Correremo con gli stessi piloti che abbiamo quest’anno anche nel prossimo. Questo è sicuro”. Dopo un buon avvio di stagione nel quale la scuderia ha messo a referto 29 punti, l’obiettivo per Haas è quello di ripetersi anche nella seconda metà di gare: “Spero che ci potremo ripeterci nelle restanti gare - dice il boss del team – e l’anno prossimo senza grandi cambiamenti nel motore o nella meccanica punteremo sulla continuità”.

Gene Haas
Gene Haas

Steiner lo aveva preannunciato

La Haas ha uno stretto rapporto con la Ferrari, che gli fornisce il motore e che ha chiuso un accordo per lo sviluppo dei giovani piloti con il team americano. Infatti Antonio Giovinazzi, che a Silverstone ha disputato la prima sessione di libere alla guida della monoposto di Magnussen, avrà la possibilità di fare esperienza nelle libere con la monoposto del danese in altre 6 occasioni.

Proprio per lo stretto rapporto con il Cavallino Rosso si era pensato che la Haas potesse essere l’approdo ideale per i piloti della Ferrari Academy, ma Gunther Steiner, team manager della Haas, solo pochi giorni fa aveva sottolineato con tono abbastanza polemico che la scuderia aveva il controllo totale sulle decisioni riguardo i propri piloti: “Abbiamo il controllo totale sulle decisioni sui nostri piloti, senza di loro non avremmo potuto raggiungere questi risultati. Grosjean a volte è criticato per come risponde alla squadra, ma ci ha aiutato a crescere come squadra, mentre Kevin ci ha consentito di fare un passo avanti”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche