F1: Hamilton, impennata Mondiale. Ora l'Ungheria, per il futuro...

Formula 1
hamilton_acquascooter_twitter

La Mercedes è tornata a fare la voce grossa dopo un inizio di stagione in cui ha dovuto cedere il passo alla Ferrari. Il britannico, ora a 1 solo punto dal leader della classifica Vettel, nel prossimo GP cercherà il sorpasso. Intanto si diverte con l'acquascooter, dando qualche indicazione sul futuro dopo la F1: "Ancora 4/5 anni, poi farò altro"

Lewis Hamilton ha ritrovato la serenità, ma soprattutto una Mercedes cattiva al punto giusto per riacciuffare una Ferrari da tempo in testa alla classifica piloti ma mai in fuga. Ora c'è un solo punto di distacco da Sebastian Vettel e il GP dell'Ungheria, prossima tappa del Mondiale prima della pausa estiva, appare fondamentale per dare indicazioni più precise sul resto della stagione.

Il relax come strategia per vincere

Lewis, galvanizzato dal risultato di Silverstone, ha fatto il pieno di relax nella settimana di sosta, come mostrano alcuni post sui sui social in cui lo si vede alla guida di un'acquascooter. Pensare a se stesso, come fatto alla vigilia del GP in Gran Bretagna (ci riferiamo al forfait all'F1 Show di Londra), finora è apparsa la "cura" migliore per rigenerare mente e fisico.

Hamilton, ancora 4/5 anni in F1. E poi...

In un’intervista a Interview Magazine, Hamilton ha parlato del proprio futuro, chiarendo che dopo le corse non accetterà ruoli all'interno della F1. "Non penso continuerò la mia carriera qui una volta che mi sarò ritirato dalle corse. Non voglio fare il manager o il commentatore televisivo, non sono cose che fanno per me. Esplorerò altre opzioni, forse farò qualcosa legato alla moda o creerò una mia linea di abbigliamento, non so. Voglio vivere alla giornata e spero di trovare qualcosa che faccia al caso mio. Negli ultimi anni ho scoperto che la vittoria non è tutto e questo mi ha aiutato nelle corse, ma soprattutto nella mia vita personale. In ogni caso voglio restare in vettura per almeno quattro/cinque anni. Il resto si vedrà".

Ungheria, che gara sarà?

Fondamentale la gara di Budapest, ma non decisva. Il tortuoso tracciato dell'Hungaroring (ha le caratteristiche di un kartodromo) verrà affrontato con le stesse mescole viste in pista a Silverstone: le Pirelli supersoft. Gomme che verranno impegnate molto lateralmente. Occhio alle temperature, con le previsioni che parlano di un gran premio molto caldo, come nel 2016, quando la temperatura dell'asfalto arrivò a 54°.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche