Formula 2, a Spa tanti colpi di scena

Formula 1
Partenza_formula_2

Ha perso la vittoria di gara 1 per una squalifica, ma Charles Leclerc resta saldamente padrone della Formula 2 dopo il weekend di Spa. Le vittorie a Markelov e Sette Camara, profumo di podio per gli italiani

Nonostante tutto, Charles Leclerc ha fatto un altro passo avanti verso il titolo di Formula 2. Sul circuito di Spa-Francorchamps il giovane pupillo Ferrari aveva stravinto gara 1, ma sabato sera ha perso la vittoria per una piccola irregolarità tecnica: fondo troppo usurato, così come per il principale avversario Oliver Rowland. Il portacolori della Prema, costretto a partire dal fondo in gara 2 insieme al britannico, con una spettacolare rimonta fino al quinto posto ha in ogni caso esteso il suo vantaggio in classifica a 59 punti, 9 in più della vigilia. Merito anche dell'ennesima pole-position messa a segno nelle qualifiche del venerdì, andate in scena con la pioggia.

È stato un bel fine settimana per i piloti italiani: sfruttando la squalifica della coppia Leclerc-Rowland, Luca Ghiotto e Antonio Fuoco sono stati promossi sul podio della Feature Race alle spalle del vincitore a tavolino Artem Markelov. Ghiotto si è quindi ripetuto sul campo domenica, terzo dietro a Sergio Sette Camara (primo successo in F2 per il brasiliano) e Nyck De Vries. Fuoco ha invece raccolto altri punti terminando settimo. E ora, c'è la sfida di Monza alle porte.

Gara 1: Markelov a tavolino

Non c'era stata storia in gara 1 contro Leclerc: il baby ferrarista, dopo aver resistito in partenza alla minaccia di Rowland, ha tenuto un ritmo fuori portata per chiunque. In serata, però, la doccia fredda. Alle verifiche tecniche sulla sua vettura è stata infatti rilevata un'usura del fondo superiore al consentito, seppur infinitesimale. Inevitabile l'esclusione, applicata anche nei confronti dello stesso Rowland che si era già visto beffare in volata da Markelov. Proprio il russo, secondo al traguardo, è stato così promosso vincitore a tavolino, seguito dal nostro Ghiotto: doppietta Russian Time, e due italiani sul podio con Fuoco divenuto terzo. Alle loro spalle Gustav Malja, De Vries e Sette Camara, mentre l'ex F1 Roberto Merhi (chiamato una-tantum dalla Rapax in sostituzione di Sergio Canamasas) ha guadagnato la prima fila di gara 2 alle spalle di Norman Nato.

1. Artem Markelov - Russian Time - 25 giri

2. Luca Ghiotto - Russian Time - 5.985

3. Antonio Fuoco - Prema - 6.446

4. Gustav Malja - Racing Engineering - 19.912

5. Nyck De Vries - Racing Engineering - 21.149

6. Sergio Sette Camara - MP Motorsport - 29.356

7. Roberto Merhi - Rapax - 33.479

8. Norman Nato - Arden - 35.611

9. Santino Ferrucci - Trident - 42.735

10. Robert Visoiu - Campos - 44.133

Gara 2: Prima vittoria per Sette Camara 

La manche di domenica è poi andata nelle mani del rookie brasiliano Sette Camara, bravo a prendere subito il comando senza essere più insidiato. A tre giri dal termine, però, la situazione è stata congelata per la safety-car chiamata dal violento botto di Nobuharsu Matsushita al Raidillon, per fortuna senza grosse conseguenze fisiche. De Vries, che si stava avvicinando al leader, è quindi rimasto in piazza d'onore: l'olandese ha comunque battezzato alla grande il primo weekend sotto le insegne Racing Engineering, dopo lo scambio di sedili della vigilia con Louis Deletraz, passato invece alla Rapax. Ancora sul podio Ghiotto, questa volta salendoci per davvero, terzo dopo aver superato Nato. Fantastica la risalita di Leclerc dall'ultima fila, agguantando il quinto posto davanti a Merhi e all'altra Prema di Fuoco. Meno impetuoso il recupero dell'antagonista Rowland, ottavo, che ha perso così altro terreno per la classifica generale. Fuori dai giochi Markelov, a causa di un problema al motore.

1. Sergio Sette Camara - MP Motorsport - 18 giri

2. Nyck De Vries - Racing Engineering - 0.623

3. Luca Ghiotto - Russian Time - 2.403

4. Norman Nato - Arden - 3.109

5. Charles Leclerc - Prema - 3.820

6. Roberto Merhi - Rapax - 4.894

7. Antonio Fuoco - Prema - 5.448

8. Oliver Rowland - DAMS - 5.828

9. Nicholas Latifi - DAMS - 6.690

10. Santino Ferrucci - Trident - 9.202

Prossimo appuntamento: Monza

Dopo Spa, un altro circuito mitico attende subito la Formula 2 dall'1 al 3 settembre: è il tempio della velocità di Monza, a contorno dell'attesissimo Gran Premio d'Italia. Come sempre, tutte le sessioni saranno trasmesse in diretta esclusiva da Sky Sport F1 HD (canale 207).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche