Formula 1, l'Alfa Romeo verso il ritorno: fornirà il motore alla Sauber nel 2018?

Formula 1

La storia del "Biscione" in F1 è cominciate nel 1950 ed è proseguita con diverse riprese, sia come scuderia costruttrice che come fornitrice di motori. Ora potrebbe affiancare il team svizzero con il proprio propulsore. Ecco le ipotesi

QUI LE PROVE LIBERE - TEMPI

LO SPECIALE F1 - ESPORTS SERIES, LA FINALE SU SKY

Il Mondiale sta per chiudersi e molti team sono già a lavoro per preparare la stagione 2018. Le coppie dei piloti sono questi tutte assegnate e tra gli argomenti a tenere banco è il possibile ingaggio da parte Williams del polacco Robert Kubica. ma non solo: prende sempre più piede la possibilità di rivedere il marchio Alfa Romeo in Formula 1

Tutte le ipotesi del ritorno del "Biscione"

Si tratta di una possibilità concreta: un ritorno come marchio e forse anche qualcosa in più. Ci sono tante ipotesi, la prima che possa essere una Power Unit Ferrari marchiatra Alfa e legata alla presenza in Sauber di Charles Leclerc (pilota della Ferrari Drivers Academy); però si parla canche di una collaborazione maggiore in più sia sul piano tecnico che su quello dei piloti. Cosa che potrebbe coinvolgere anche Antonio Giovinazzi

Alfa Romeo e la F1: la storia in numeri

Il marchio italiano ha partecipato al Mondiale in più occasioni e sotto varie forme: sia come scuderia costruttrice che come fornitrice di motori, nel periodo che va dal 1950 al 1988. Nel 1950 fu Nino Farina a vincere l'edizione inaugurale del Campionato su una 158 sovralimentata. Anche l'edizione successiva andò all'Alfa, con Juan Manuel Fangio (con la 159). Due vittorie anche a ridosso degli anni Ottanta con Niki Lauda. In totale sono stati affrontati 215 gran premi con 12 vittorie e 15 pole. Di seguito tutti i numeri dell'Alfa in F1.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche