Neve e sgasate, quando F1 e moto sciano: precedenti, Barcellona non è una novità

Formula 1

Di solito nel mondo dei motori l'incontro ravvicinato con la neve è voluto, come nel caso degli snow run che portano monoposto e due ruote sulle piste innevate. Ma ecco invece i precedenti e le storie che uniscono situazioni così incompatibili. Montmeló non è una novità...

LA CRONACA DELLA TERZA GIORNATA DEI NUOVI TEST

I NUOVI TEST FORMULA 1 A BARCELLONA IN TEMPO REALE

LE FOTO DELLA NEVE AL MONTMELO'

TEST F1DAY-1 DAY-2 - DAY 3 - DAY-4

LA F1 IN ESCLUSIVA SU SKY PER I PROSSIMI 3 ANNI CALENDARIO IN PDF

I test della F1 a Barcellona entrano nella storia. E non è certo una questione di tempi record, semmai di tempo - inteso come meteo - da autentico record in una zona dove le temperature sono tradizionalmente miti. La neve caduta su Barcellona tra la notte del 27 febbraio e la mattinata seguente, hanno reso (quasi del tutto) impossibile l'attività in pista per la terza e penultima giornata dei collaudi pre Mondiale. "Qui nevica così in media una volta ogni 6-7 anni", ricorda Marc Gené. Ma ci sono precedenti sugli incontri ravvicinati tra condizioni climatiche estreme e mondo dei motori?

La F1 in bianco

Sulla neve, nella F1 come nelle moto, si va piuttosto per qualche esibizione. Quando invece accade il contrario, come appunto nei test in Spagna, ci si ritrova evidentemente in una situazione eccezionale. Gli show della Ferrari a Campiglio nel 2007 (nella foto Luca Badoer alla guida) e nel 2011 (evento "Wrooom") oppure a Livigno nel 2016, senza dimenticare la Red Bull con Verstappen a Kitzbühel (2016 e 2017), sono alcuni degli esempi di spettacolo che ha unito situazioni così incompatibili.

Barcellona 2000, Silverstone 2005

Era il 25 gennaio del 2000 quando Mika Hakkinen, quasi tre mesi dopo il GP del Giappone in cui si era laureato campione per la seconda volta, era pronto a scendere in pista con tutti gli altri piloti a Barcellona per una giornata di test. Neve sul circuito di Montmeló e prove annullate. Il finlandese della McLaren-Mercedes - raccontano le cronache - passò la giornata prima bevendo caffè nel box, poi facendo ginnastica nella palestra dell'albergo. La Renault accolta dalla coltre bianca a Silverstone nel 2005 è, invece, quanto di più vicino ci sia nella storia ad una giornata ufficiale vissuta dalla F1 con la neve. Quelli erano collaudi a porte chiuse e che vedevano impegnati Fernando Alonso e Giancarlo Fisichella

Kimi, Vallelunga 2007

Due anni dopo, quando Kimi Raikkonen fece il suo esordio sulla Ferrari a Vallelunga, bei fiocchi di neve caratterizzarono la sua prima giornata rossa, senza però attecchire sull'asfalto.

E il Motomondiale...

Quanto alle moto, invece, da ricordare la nevicata nei test della 250 nel 2005, quando nessuno girò e nei box i piloti indossarono termocoperte sulle tute. E, guarda caso, il circuito era sempre quello di Barcellona.

Il Marquez delle nevi...

Gomme rain chiodate per Marc Marquez, a gennaio 2017, che in Austria, non lontano da Salisburgo, è stato protagonista di uno snow run in sella alla sua Honda per un evento promozionale. Nel gennaio 2013, dunque con un piccolo salto indietro nel tempo, alla mente torna un "Wroom" a Campiglio con la Ducati di Casey Stoner e dell'indimenticabile Nicky Hayden.

I più letti