Formula 1, l'editoriale di Carlo Vanzini: "Vettel e il giro del leone in Bahrain"

Formula 1

Carlo Vanzini

Da Ungheria 2017, ultima gara da leader mondiale di Seb, la Ferrari non conquistava tutta la prima fila. Bottas si è fermato a 23 millesimi da Raikkonen, uno spavento, ma poi il pilota Mercedes è stato anche involontario alleato della Rossa, sia perché non le ha rovinato la festa, sia perché ha messo dietro il suo compagno di squadra Hamilton, costringendolo così a partire addirittura dalla nona posizione

GP in diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD canale 207 e con SkyQ l'incredibile definizione del 4K HDR. Gli approfondimenti in Reparto Corse F1 ogni lunedì alle 14.30 su Sky Sport24

CLICCA QUI PER LA CRONACA DEL GP BAHRAIN

TEMPI E DISTACCHI

LA GRIGLIA DI PARTENZA IN BAHRAIN

Vettel ha fatto Vettel, parola di Jacques Villeneuve e del suo ingegnere di pista Riccardo Adami che via radio gli ha detto ben due volte "hai fatto il giro del leone". Ha tirato fuori il meglio nel momento che più contava, mentre Raikkonen ha commesso quell'errorino che dopo un week end, fin qui da primo attore protagonista, lo ha relegato al ruolo di deluso, nonostante una splendida seconda posizione.

Bene così, vedere Raikkonen arrabbiato vuol dire che è carico a molla e anche questo serve in un team che vuole vincere il mondiale, ossia la rivalità interna per stimolare entrambi i piloti ad andare oltre i propri limiti. È un inizio di stagione ancora difficile da decifrare, perché in Australia la Ferrari in qualifica si è presa un distacco abissale, pur vincendo poi la gara, mentre qui, dove Mercedes da 5 anni andava in pole e dove il distacco era stato di quasi mezzo secondo solo 12 mesi fa, la Ferrari ha ruggito.

La gara ha tutte le premesse e gli ingredienti per essere spettacolare. In partenza Bottas non vorrà fare solo da spettatore, Ricciardo con la sua Red Bull ha dimostrato venerdì di avere un gran passo gara e i due deludenti Hamilton e Verstappen (rispettivamente nono e quindicesimo in griglia) sono chiamati alla grande rimonta.

Attenzione a dare per spacciato Hamilton. La strategia di partire con la gomma soft, contro la super soft degli avversari, potrebbe portarlo a fare la gara su una sosta sola e se gli altri si ritroveranno a farne due (non così certo), allora avrebbe un bottino di 24" di vantaggio da gestire. Certo dovrebbe liberarsi in fretta di chi gli sta intorno e lì ci sono anche novità che non ti aspetti: la Toro Rosso in terza fila con il campione GP2 2016 Gasly con il motore Honda, Magnussen già fantastico a Melbourne, Hulkenberg e Ocon che riassaporano il profumo del grande risultato.
Insomma sarebbe da folli non pensare di mettersi comodi sul divano, staccare qualsiasi mezzo di comunicazione che possa portare disturbi esterni e godersi il Gran Premio del Bahrain con l'aggiunta dell'affascinate scenario della notturna e perché no la fragorosa bellezza del 4K.

Tornando davanti c'è una sfida nella sfida molto interessante, perché di certo ai due piloti Ferrari verrà chiesto di stare fuori dai guai e di non incasinarsi tra loro la via, ma poi non si potrà chiedere, alla seconda gara, a Raikkonen di fare da guardaspalle a Vettel. Certo se tanto ci dà tanto e pensiamo che alla fine sarà il tedesco a giocarsela con Hamilton per il mondiale, i 7 punti di differenza tra il primo e secondo potrebbero essere determinanti nell'assegnazione del titolo.

Abbiamo poco fa ricordato il gran premio dell'ultima prima fila tutta Rossa, quello di Ungheria, beh ricorderete che lì a Raikkonen fu chiesto di coprire Vettel, alle prese con un problema al volante e di sacrificarsi per la causa, affogando qualsiasi velleità di vittoria. Gli si può chiedere lo stesso sacrificio domani? La lungimiranza e il cinismo che questo mondo F1 richiede (ricordate Zeltweg 2002?) direbbero di sì, ma Iceman è in una condizione di forma psico-fisica invidiabile e sa che adesso si gioca le sue chance mondiali, quindi farà la sua corsa senza follie. Tutto questo al netto degli avversari che faranno di tutto, ovvio, per rovinare il fin qui fantastico rosso di sera.... e allora a questo punto diciamo che... bel gran premio si spera…

I più letti