Formula 1, GP di Cina: le novità tecniche di Ferrari, Mercedes e Red Bull...prove generali in vista di Baku

Formula 1

Cristiano Sponton

sponton_tech

È in pieno svolgimento il week end del GP della Cina a Shanghai, ma i team hanno dedicato la prima parte della sessione di prove libere ai test in pista di alcuni componenti aerodinamici che verranno montati sulle monoposto durante il GP di Baku, prossimo appuntamento della stagione di Formula 1. GP Cina, la gara in diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD (canale 207) domenica alle 8.10.Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV! Clicca qui

GP CINA LIVE, CLICCA QUI

LA GRIGLIA DI PARTENZA

TEMPI E CLASSIFICHE

Mercedes e Ferrari impegnate in vista di Baku

Un lavoro piuttosto simile è stato fatto dai team che stanno lottando per il mondiale (Ferrari e Mercedes) con Hamilton e Vettel che sono scesi in pista con una versione di ala posteriore da medio/basso carico che presenta il profilo principale con la forma a “cucchiaio”.

La Ferrari, infatti, per preparare al meglio la prossima gara ha effettuato, con Sebastian Vettel, qualche giro con l’ala posteriore a “cucchiaio” per poi ri-montare quella “classica” da alto carico e ha iniziato a lavorare sul setup per preparare nel migliore dei modi la qualifica e la gara per questo week-end.

L'ala a cucchiaio viene utilizzata nei circuiti in cui bisogna “contenere” la resistenza all’avanzamento. La forma del profilo principale permette di caricare maggiormente la parte centrale dell'ala, andando a scaricare invece le parti esterne che sono generatrici di deleteri vortici di estremità e quindi di quel deleterio aumento della resistenza (drag).

Confermati i pacchetti aerodinamici visti in Bahrain

Analizzando la Mercedes W09 e la Ferrari SF71H possiamo notare che, entrambe le vetture, hanno mantenuto lo stesso pacchetto aerodinamico visto in Bahrain. Sulla Ferrari è stata utilizzata, all’anteriore, l’ala (indicata con il numero 2) che aveva subito (rispetto a quella vista a Melbourne) alcuni piccoli ritocchi che hanno dato ottimi riscontri a piloti e ingegneri.

Anche la Ferrari, come tutti gli altri team, sta cercando di depotenziare il vortice Y250 per poi "allontanarlo" dal corpo vettura sfruttando i vortici generati dai piloni e dai turning vanes. Questo allontanamento dal corpo vettura è fondamentale in quanto l’Y250 è un vortice particolarmente nocivo.

Anche la Red Bull non sembra aver portato novità aerodinamiche per questa gara ma possiamo analizzare un particolare del fondo che, rispetto all’Australia, è stato leggermente modificato. Come potete osservare dal confronto in basso, nella zona terminale del fondo, in prossimità delle ruote posteriori, è stata aggiunta una piccola “arriciatura” per migliorare la gestione del "tyre squirt".

Elaborazioni grafiche ing. Cristiano Sponton su immagini Sutton

I più letti