Formula 1 in Cina: ecco come si guida a Shanghai, le istruzioni dei piloti

Formula 1

Matteo Bobbi

circuito_cina_03

Curve, frenate e accelerate. Tutto quello che i piloti devono sapere sul tracciato dove si corre il terzo Gran Premio del Mondiale di Formula 1. GP in diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD canale 207 e con SkyQ l'incredibile definizione del 4K HDR

GP CINA LIVE, CLICCA QUI

LA GRIGLIA DI PARTENZA

TEMPI E CLASSIFICHE

Dopo il Gran Premio in Bahrain, la Formula 1 arriva in Cina, sul circuito di Shanghai. Ecco tutte le istruzioni pratiche per i piloti e i segreti della pista.

Punti per il sabato:

Curva 1/2: si arriva a circa 327 km/h con DRS e in ottava marcia, si frena poco prima dei 50 metri, si scalano le marce durante la curva con l'angolo sterzo che aumenta, è molto facile perdere il posteriore, si scala fino in terza.

Curva 3: è una conseguenza della curva 1/2, si fa in terza marcia e si deve andare sul gas molto presto con molto angolo volante, è facile perdere trazione.

Curva 8: si arriva dopo una lunga piega a sinistra che si percorre a gas flat, si entra scalando fino in quinta marcia, la si percorre circa a 200 km/h con 4.2G di accelerazione laterale.

Curva 14: è la frenata più dura di tutta la pista, si arriva a circa 330 km/h con DRS, si frena al cartello dei 150 metri, si esercita sul pedale del freno una pressione di 130 kg e 4.9 sono i G di decelerazione, la velocità minima della curva è di circa 70 km/h in seconda marcia.

Curva 16: si arriva a circa 260 km/h in sesta marcia, si frena all'inizio del cordolo a destra, si porta molta velocità in curva e si affronta a circa 175 km/h, facile avere il sottosterzo.

Punti per la domenica:

E' un buon circuito per i sorpassi.

Curva 1: si usa DRS nel rettilineo di partenza e si può attaccare sia all'interno che all'esterno per poi essere all'interno in seconda curva.

La staccata di curva 14: è un ottimo punto di attacco, così come in uscita della 14 in trazione.

Circuito con molti carichi laterali per le gomme, è importante avere un buon anteriore preciso e reattivo. Ci sono curve con raggi non costanti. E' molto importante il motore e l'efficienza aerodinamica.

I più letti