Formula 1, GP Baku. Vanzini: "Adesso sì che ci divertiamo!"

Formula 1

Carlo Vanzini

riccirdo_vanzini

Nella seconda sessione di prove libere in Azerbaijan Ricciardo porta la Red Bull RB14 davanti a tutti, con Kimi Raikkonen secondo, staccato di soli 69 millesimi e ancora una volta precede al venerdì il compagno ferrarista Vettel. Il leader del mondiale è solo 11esimo mentre Lewis Hamilton 5°. Verstappen chiude la giornata in terza posizione dopo essere andato a muro nelle FP1 del mattino. Ma è solo venerdi e tutto è ancora da decifrare un po’ come lo scorso anno. Il GP di Baku  è in diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD e con Sky Q vivi anche l'incredibile definizione del 4K HDR

CLICCA PER RIVIVERE IL GP DI BAKU

LA GRIGLIA DI PARTENZA

TEMPI E CLASSIFICHE

Red Bull prima e Ferrari seconda al venerdì, poi prima fila, di forza, tutta Mercedes e a seguire vittoria di Ricciardo... Questo è quello che successo lo scorso anno a Baku. Stesso posto e stesso mare (anche se il Mar Caspio è un lago) e a 1/3 di questo week end, siamo sullo stesso passo, ma abbiamo meno certezze rispetto a un anno fa. 

Allora sapevamo che Red Bull sarebbe clamorosamente "retrocessa" in qualifica. E così fu, a oltre un secondo da Hamilton, salvo poi vincere la gara, ma solo per il rocambolesco epilogo. Oggi non è così scontato, seppur preventivabile, che Red Bull finisca dietro alle due prime forze, Mercedes e Ferrari. Se tanto ci dà tanto la cavalleria italo-tedesca sarà più decisiva di quella francese che spinge la Aston Martin Red Bull e questo dovrebbe essere sufficiente a costringere Ricciardo e Verstappen a una gara in rimonta, ma la RB14 è davvero una gran macchina e con il suo assetto rake, così "variabile", manco avesse le sospensioni intelligenti e quello schiacciamento in rettilineo fanno pensare che quest'anno pagherà meno. Peraltro sono devastanti nel settore centrale. Quindi divertiamoci a sbrogliare il pacchetto di mischia.

Ancora una volta Raikkonen esce dal venerdì messo meglio di Vettel, solo undicesimo. Ah a proposito, l'ultima volta che Vettel è stato fuori dai 10 al venerdì è stato lo scorso anno a Singapore, poi fu pole, poi... vabbeh soprassediamo. Sta di fatto che i primi due del mondiale sono uno quinto, Hamilton e l'altro ancor più indietro, come detto. Per questo, almeno sulla carta, il divertimento è assicurato perché il venerdì non ci dà più certezze estreme come in passato.  Quel che è certo è che Verstappen è andato ancora a muro e giù critiche, che Ricciardo è on fire e che Red Bull ha dimostrato un passo gara inarrivabile, sempre aspettando la cavalleria reale. Gli unici a girare con continuità sotto l'1.45...

Ma se non partono davanti è un patrimonio quasi sprecato, considerando che la gara sarà su una sosta sola. Vettel ha fatto il terzo tempo nella simulazione passo gara, così improvvisamente, mentre era regolarmente sull'1.46 e mezzo e alto, è sceso a 1.46.1, come se si fosse fatto scappare un potenziale già interessante, ma molto nascosto. Qualche lampo anche di Mercedes, ma quello che abbiamo è davvero un quadro astratto, ancora non si capiscono bene le forme, in attesa di vedere chi ne tirerà fuori un capolavoro!

I più letti