Formula 1, la solitudine di Verstappen: botto nelle libere e poi sparisce dai box

Formula 1

Continua il momento difficile del pilota belga-olandese della Red Bull: dopo il contatto e le scuse a Vettel nel GP della Cina, arriva un altro errore nelle prime libere in Azerbaigian. Poi sparisce dal box e si rivede solo a ridosso della bandiera a scacchi. Il team manager Horner: "E' un attaccante, ora anche un po' sfortunato". Nelle FP2 si riscatta con il terzo miglior tempo. Il GP di Baku  è in diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD e con Sky Q vivi anche l'incredibile definizione del 4K HDR

CLICCA PER RIVIVERE IL GP DI BAKU

LA GRIGLIA DI PARTENZA

TEMPI E CLASSIFICHE

E' un periodo difficile per Max Verstappen, sempre in bilico tra l'essere considerato un fenomeno e un pilota che arreca danni agli altri ed a se stesso. Dopo il contatto con Vettel in Cina, che ha compromesso la gara del tedesco della Ferrari, il momento no del giovane driver belga-olandese è proseguito anche nella prima sessione di prove libere a Baku, dove domenica si correrà il GP dell'Azerbaigian. Dopo circa un'ora dal semaforo verde, infatti, Verstappen è finito a muro con la sua RB14 e chiuso con largo anticipo le sue prove. Un errore che non è piaciuto ovviamente al box (Marko apparso molto contrariato) ma allo stesso Max, che poi si è dileguato abbandonando il box dopo la rimozione della sua monoposto dal tracciato.

Che fine ha fatto Max?

E' la domanda che si sono posti un po' tutti, anche durante la telecronaca di Sky Sport F1 HD. Non è ancora dato sapere cosa abbia fatto e dove sia andato in quel frangente e fino a riapparire al momento della bandiera a scacchi. Attimi di riflessione? Sfogo? Ad avvalorare la prima ipotesi ci sono le immegini tv, che hanno inquadrato il 20enne nato ad Hasselt da solo e seduto su un marciapiede.

Dalla parte di Max

Parole a sostegno del pilota sono arrivate nell'immediato post libere 1 da parte di Chris Horner, team manager Red Bull:"Abbiamo riportato la macchina di Verstappen nei box e ora dobbiamo capire e cercare di rimetterla in pista. Max è un grande pilota, un attaccante, ma è un periodo sfortunato". Dichiarazioni di conforto, come confortante è il terzo tempo oittenuto da Verstappen nella seconda sessione di libere a Baku. Un segnale di riscatto.

FORMULA 1: SCELTI PER TE