Formula 1, il riassunto del GP di Baku. Risultati, classifica e highlights

Formula 1

Il quarto weekend del Mondiale è culminato in una gara dalle mille emozioni. La safety car, per due volte in pista, ha condizionato il finale dopo l'incidente tra le due Red Bull. Hamilton vince con un colpo di fortuna, Vettel chiude 4° dopo aver dominato qualifiche e buona parte del GP. Raikkonen sul podio, gioia Perez, sorprendono Sainz e Leclerc 

LE CLASSIFICHE DEL MONDIALE

CLICCA PER RIVIVERE IL GP DI BAKU

LE PAGELLE DI VANZINI

Verrà ricordato come il gran premio del caos e dei colpi di scena quello disputato  sul circuito cittadino di Baku, vinto rocambolescamente da Lewis Hamilton con la sua Mercedes, davanti al ferrarista Kimi Raikkonen e a Sergio Perez della Force India. Per il britannico campione del mondo il sorpasso è doppio, perché si prende la testa della classifica iridata con 70 punti, davanti a Vettel 66 e Raikkonen 48.

La classifica piloti

La partenza

A Baku si è visto di tutto, e anche qualcosa di incredibile, incidenti a ripetizione, la disastrosa guerra in famiglia RedBull, un numero infinito di giri con la safety car e addirittura un camion che per vari minuti ha stazionato in un punto della pista con grave rischio per i piloti. La gara meritava di vincerla Sebastian Vettel, partito bene dalla pole, e autore di una grande corsa, inseguito da Hamilton e Bottas. Raikkonen parte male, arranca intorno all'11^ posizione dopo essere stato coinvolto in un contatto alla partenza con Ocon e Sirotkin.

Tori che si scornano

Contro Vettel, dominatore per larga parte del gran premio, ha giocato indirettamente la faida in casa Red Bull tra Max Verstappen e Manuel Ricciardo. I due si sono disputati il sesto e settimo posto per tutta la gara, con sorpassi e controsorpassi, sembrava facessero una gara a due, spettacolare e pericolosa. Poi Ricciardo tampona Verstappen, macchine danneggiate, detriti vari sulla pista e safety car, i due lasciano le monoposto senza nemmeno guardarsi. Mancavano undici giri al termine e Vettel, fresco di pit stop, stava aspettando il momento buono per riprendersi il ruolo di capolista, momentaneamente occupato da Bottas che però non aveva ancora cambiato le gomme.

Il sorpasso mancato

L'incidente dei due Red Bull imprime alla corsa una direzione inaspettata, perché la safety car resta in pista per sette lunghissimi giri, poi esce ma Grosjean va a sbattere, e quindi rientra in pista. E sulle strade di Baku spunta anche un camion-gru per portar via la monoposto del francese rimasta ferma a ridosso di una curva, ma è un'operazione lentissima, il tempo passa e i giri pure. Vettel scalpita. Quando finalmente la safety se ne va, Bottas tenta il colpo: arrivare alla fine senza cambio gomme. Mancano 3 giri, Vettel capisce la mossa del rivale e si gioca il tutto per tutto, piazza un sorpasso meraviglioso sul rettilineo, ma la fortuna non è dalla sua e deve rallentare per la curva a gomito, passa Bottas e pure Hamilton e Raikkonen che nel frattempo aveva risalito la china.

La fortuna di Lewis

Una beffa amarissima per il tedesco, ma i colpi di scena non sono finiti perché a un giro dalla fine Bottas perde la sua scommessa con le gomme, infatti gli scoppia la posteriore destra e deve fermarsi, passa Hamilton e vince. Nella bagarre Perez soffia il terzo posto a Vettel, giornataccia per lui. Hamilton poi ammetterà onestamente, "sono contento, ma oggi ho avuto fortuna". 

FORMULA 1: SCELTI PER TE