Formula 1 2018, GP Spagna. La Ferrari è un riferimento per tutti

Formula 1

Cristiano Sponton

Sponton_copertina

Dopo le prime quattro gare stagionali si possono esprimere i primi giudizi sul reale stato di forza delle varie scuderie. Per farlo abbiamo analizzato il distacco chilometrico dei team relativo alle qualifiche e calcolato rispetto alle prestazioni della Ferrari che, per ora, è la squadra piu performante. Ecco cosa emerge. Il GP di Spagna è in diretta esclusiva su SkySportF1HD canale 207. Gara live domenica alle 15.10

CLICCA PER LA CRONACA DEL GP DI SPAGNA

LA GRIGLIA DI PARTENZA

GLI ORARI DEL GRAN PREMIO IN TV

Ferrari davanti, Mercedes insegue ma sono attesi sviluppi

La Ferrari è la monoposto che in questo inizio di stagione ha dimostrato di essere la vettura migliore scalzando, dopo diverse stagioni, dal ruolo di leader la Mercedes. Ferrari che, grazie al lavoro fatto durante l’inverno, è riuscita a recuperare nei confronti degli anglo-tedeschi quasi 2 decimi. Il gap tra le due vetture è piuttosto basso e potrebbe essere ribaltato velocemente dalla scuderia della.stella a tre punte sfruttando gli sviluppi aerodinamici previsti per questo fine settimana e con l’introduzione del nuovo motore endotermico che, salvo sorprese, dovrebbe debuttare in Canada.

Se Mercedes è pronta a ribaltare la situazione il team italiano sta lavorando duramente per consolidare il suo primato e per ritornare in testa alla classifica piloti visto che, negli ultimi due Gp, pur avendo la vettura più prestazionale è riuscita a portare a Maranello meno punti rispetto al reale potenziale. Per questo Gp, il team di Maranello, non porterà in pista un grosso pacchetto evolutivo ma continuerà con la stessa filosofia vista in questo inizio di stagione introducendo piccoli aggiornamenti e adattando nel migliore dei modi la SF71H alle caratteristiche del tracciato. Anche per la Rossa il nuovo motore endotermico lo vedremo in Canada.

Red Bull paga ancora 4 decimi

La terza forza di questo mondiale è la Red Bull che accusa un gap chilometrico di 0,073s dalla Ferrari. Il team di Milton Keynes, rispetto alla scorsa stagione, sta dimostrando una maggior competitività anche se, i punti raccolti, sono stati inferiori alle attese.  Solo in Cina, in una gara anche fortunata, RedBull è riuscita a salire sul podio con Ricciardo, vincendo la gara grazie anche alla Safety Car entrata in pista nella seconda metà di gara.  Se analizziamo il distacco chilometrico nei confronti della Mercedes possiamo vedere come la Red Bull, pur essendo ancora la terza forza in pista, ha recuperato decimi preziosi dal team-anglo tedesco che, in questa stagione, ha comunque perso il ruolo di riferimento tecnico a favore della Scuderia Ferrari. Rispetto alla stagione 2017 il distacco chilometrico medio è sceso di 0,075 secondi che, su una pista della lunghezza di 5 km, equivalgono a quasi 4 decimi al giro. Decimi che la Red Bull è riuscita a recuperare durante l'inverno anche grazie al motore Renault che, seppur deficitario in termini di potenza massima, è sicuramente più vicino nelle performance rispetto a quello che ha concluso la passata stagione.

Renault quarta forza, McLaren cambia tutto

La quarta forza in gioco sembra essere la Renault che, rispetto alla stagione 2017, ha migliorato notevolmente le proprie performance recuperando, su Mercedes, quasi mezzo secondo al giro. In questo fine settimana, oltre ad alcuni sviluppi aerodinamici, potrà utilizzare una nuova benzina che permetterà ai motoristi di sfruttare ulteriori cavalli dall’unità francese. Una novità che, in casa Renault, hanno quantificato in circa 1 decimo al giro.

Tra le vetture che maggiormente hanno deluso in queste prima gare di 2018 c’è sicuramente la McLaren che a livello prestazionale non ha fatto il grande passo in avanti che tutti si aspettavano durante l’inverno. Se consideriamo le prime quattro gare 2018 rispetto alla seconda parte della scorsa stagione, la McLaren ha perso 4 decimi su Mercedes, ancor di più su Ferrari e RedBull.

Nonostante questo, grazie all’abilità di Alonso e all’affidabilità dell’intero pacchetto la McLaren è riuscita a raccogliere un ottimo quantitativo di punti che gli ha permesso di collocarsi in quarta posizione nella classifica costruttori. Il Gp di Spagna per la McLaren sarà una tappa piuttosto importante perché verranno introdotti sulla MCL33 parecchi aggiornamenti aerodinamici in attesa dello sviluppo della Power Unit che arriverà in Canada. Aggiornamenti che rivoluzioneranno la vettura che siamo stati abituati a vedere in queste prime quattro gare visto che, secondo i rumors, si vedrà in pista un nuovo muso/ala anteriore, nuovi turning vanes, nuovi bargeboard, nuovo fondo, nuovo cofano motore e nuova ala posteriore.

FORMULA 1: SCELTI PER TE