Formula 1, GP Monaco: per Ricciardo un giovedì da principe a Monte Carlo

Formula 1

Mara Sangiorgio

Red Bull davanti a tutti nelle due sessioni di prove libere del giovedì nel Principato di Monaco. Ricciardo velocissimo, unico a scendere sotto l'1'12". Ferrari con passo gara già molto buono e Mercedes che è lì, per una storia che ancora tutta da scrivere. Si torna in pista con la F1 sabato per le libere 3 e le qualifiche. Venerdì Porsche Supercup e Gara-1 della F2

CLICCA PER  IL GP DI MONACO LIVE

GLI ORARI DELLE REPLICHE

Dopo essere stata indicata da tutti come la favorita ancora prima di arrivare a Montecarlo, la Red Bull ha risposto mostrando i muscoli: miglior tempo – in entrambe le sessioni di libere – e un giro da record di Daniel Ricciardo, l’unico a scendere per ora sotto il muro dell’1 e 12. La RB14 più che volare danza tra le strade del Principato ed è un piacere da guidare, come hanno ammesso entrambi i piloti. Veloce, agile e gentile con le gomme: ha tutto cioè che serve qui. Per rifilare anche un gap importante alla prima inseguitrice cioè la Ferrari. Verstappen si è preso praticamente due decimi di secondo dal compagno, mentre Sebastian Vettel quasi sei. Ma il tedesco è sembrato poi totalmente rilassato e consapevole delle vere potenzialità della sua SF71 H, che sicuramente in queste sessioni di libere non aveva nemmeno il motore a piena potenza.

La vera forza la Ferrari l’ha dimostrata infatti sul passo gara, forse meno costante di quello della Red Bull ma a tratti, nel giro d’attacco soprattutto, più competitivo di sette decimi. Kimi Raikkonen ha chiuso la sua giornata quinto. Più lontano per ora dalla piena confidenza che l’anno scorso gli ha fatto fare qui la pole, ma sicuramente ha potuto verificare che la power unit che lo ha costretto al ritiro a Barcellona non ha fatto più i capricci. E le Mercedes? Per ora quasi dimenticate nei commenti dei protagonisti. Hamilton quarto con un ritardo di sette decimi, Bottas sesto. Entrambi i piloti si sono lamentati di un posteriore molto instabile e la W09 è la monoposto, tra i top team, più aggressiva sulle gomme. Ma nulla sembra già scritto. Ora bisogna premere il tasto pausa e aspettare. Solo sabato sapremo chi sorriderà davvero.

I più letti