F1, GP Francia 2018: il commento di Mara Sangiorgio

Formula 1

Mara Sangiorgio

Tante le incognite e le emozioni che affronteranno team e piloti domani nelle prime libere al Paul Ricard. Per Sebastian Vettel la mancanza di punti di riferimento potrebbe essere la difficoltà più grande. Nessun timore per le Pirelli ribassate ancora di 0.4 millimetri. Power unit fresca e aggiornata per Mercedes e  mlotorizzati. Il GP è in diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD (canale 207): gara alle 16.10, pre-gara dalle 14.30

CLICCA QUI PER LA CRONACA DEL GP FRANCIA

E' un po' come un appuntamento al buio, con le stesse emozioni e incognite. Proveranno un po' questo i piloti quando tra poche ore – chi più chi meno per la prima volta – affronteranno i primi giri al Paul Ricard. Una pista nuova, velocissima in alcuni suoi tratti, atipica e con pochi punti di riferimento, definita da Sebastian Vettel soprattutto per quest’ultimo aspetto non facile. Anche la nuova superficie – riasfaltata ulteriormente dopo dicembre solo in alcuni punti – con questo caldo potrebbe essere un’ulteriore insidia.  Il ferrarista però parla da leader della classifica e forte dell’ultima vittoria in Canada. La Ferrari ha dimostrato grande supremazia su una pista dove tutti si aspettavano la reazione Mercedes. E il tedesco non è nemmeno preoccupato di dover tornare a lavorare questo weekend con le Pirelli ribassate di 0.4 millimetri nel battistrada come era stato a Barcellona, dove la sua SF71 H aveva sofferto. Con alcune modifiche alle sospensioni posteriori quei problemi dovrebbero essere alle spalle. Ma la sfida alla Mercedes sarà difficile, come sempre. Sulle due frecce d’argento sarà montata infatti la nuova power unit aggiornata. La strategia questa volta è stata diversa: nessuna conferma da parte di Toto Wolff e i suoi piloti ma la certezza c’è, anche perché il motore numero uno ha fatto quasi 6000 chilometri. Nessun salto enorme in fatto di cavalli ma con tutta probabilità anche una nuova benzina Petronas che lavora meglio con la nuova power unit. La sfida riparte quindi da qui, con poche certezze, nuove sfide e quindi più emozioni.

I più letti