Formula 1, il medico che operò Kubica: "Grande gioia e avverto la responsabilità"

Formula 1

Parla lo specialista che operò il pilota polacco al braccio desro dopo un grave incidente nel Rally Ronde del 2011. Ora Robert è ufficialmente tornato in F1: "Non avrebbe mai potuto pensare di prendere in mano il volante di una monoposto se non avesse avuto la piena funzionalità dell'arto. Dopo la vittoria nel mondiale rally aveva già dimostrato quanto fosse efficiente"

F1, LA CRONACA DEL GP DI ABU DHABI

Robert Kubica torna ufficialmente in Formula 1 a otto anni dall'ultima volta, nel 2010. Rientro da titolare reso possibile dagli interventi del professor Mario Igor Rossello, primario di chirurgia della mano all'ospedale di Savona. Lo specialista ha confermato a Telenord che dopo l'incidente al Rally Ronde di Andora avvenuto 8 anni fa Kubica "aveva la spalla e tutta la parte destra del corpo compromessa nel corso del trauma. Sento la gioia e la responsabilità di avere eseguito l'intervento di recupero e ricostruzione dell'arto amputato a seguito dell'incidente di otto anni fa. Non avrebbe mai potuto pensare di prendere in mano il volante di una Formula 1 se non avesse avuto la piena funzionalità dell'arto. Dopo la vittoria nel mondiale rally aveva già dimostrato quanto l'arto fosse efficiente per poter guidare una macchina in condizioni probabilmente anche più difficili e complesse rispetto a un'auto in pista". Rossello è stato il primo a sapere che Kubica sarebbe tornato in Formula 1: "Non l'ho visto piangere, ma era molto emozionato.

I più letti