Formula 1, #EssereFerrari: lo slogan per la corsa al Mondiale 2019

Formula 1

Carlo Vanzini

Il Ferrari-Day, nel corso del quale è stata svelata la nuova SF90, è stato caratterizzato anche da un'hashtag - #EssereFerrari - segno di unità e appartenenza. Poi tutto dipenderà dalla competitività della macchina competitiva e che i piloti sempre al top della condizione psicofisica

TEST BARCELLONA, IL DAY-2 LIVE

FERRARI SF90 - FOTO - SCHEDA TECNICA

IL CONFRONTO FERRARI-MERCEDES

#EssereFerrari, più di un hashtag. E' questo il messaggio che Mattia Binotto, team principal della Ferrari, vuol far passare e ha sottolineato più volte nel giorno della presentazione della nuova Ferrari: essere per appartenere essere per vincere. Non basta un'hashtag forte e incisivo per farlo, serve che la macchina sia competitiva e ci dicono esserlo; serve che i piloti siano sempre al top della condizione psicofisica. E l'innesto di Leclerc potrebbe essere la "medicina" migliore anche per Vettel dopo una stagione fatta di grandi magie ma anche di errori banali che hanno compromesso la rincorsa Mondiale. 

Essere Ferrari, duqnue. Tutti chiamati a dare un contributo, un'idea, un'intuizione per vincere, sportivamente parlando, le battaglie - ma soorattutto la guerra quando il Mondiale verrà assegnato. Per questo è stato più di un gesto simbolico chiamare la macchina "90", ricordando la fondazione della Scuderia nel 1929, il suo fondatore Enzo Ferrari e soprattutto tenere viva la sua anima. Più di un simbolo anche la comsegna da parte del presidente Elkann del cappellino Ferrari a tutti. Uguale per tutti, per dire in modo chiaro che per vincere serve l'aiuto di tutto l'esercito rosso. Serve di fatto #EssereFerrari.

I più letti