Ferrari, il team principal Mattia Binotto a Sky: "Non sarà come a Melbourne. Determinati"

Formula 1

Dopo le libere del GP del Bahrain dominate dalla Ferrari, il team principal della Rossa ospite di Paddock Live Show: "Mondiale lungo, la Mercedes è ancora quella da battere ma i conti li faremo alla fine". E spiega il "modello Ferrari", tra passato e l'armonia ritrovata. Poi aggiunge: "In Australia nessun poroblema power unit". Il 31 marzo GP in diretta esclusiva su Sky Sport F1 (canale 207) e Sky Sport Uno (canale 201)

IL GP DEL BAHRAIN LIVE

Un grande venerdì per la Ferrari e un grande post prove libere su Sky Sport F1 (canale 207). Mattia Binotto, team principal della Ferrari, ospite di Paddock Live Show con Federica Masolin, Carlo Vanzini, Davide Valsecchi e Marc Gené. "Quando la Ferrari mi ha chiesto di fare il team principal non è stata una sorpresa - ha esordito Binotto - se ne parlava da tempo anche con Arrivabene. Raggiungimento di un sogno nemmeno, sono sempre stato ferrarista e volevo lavorare qui a prenscindere dal ruolo e dare il mio contributo".

Il modello Ferrari e il concetto di armonia

"Ho iniziato in Ferrari nel 1995 come stagista e da lì è nata una storia interessante. Ho visto la Ferrari negli anni più gloriosi e quello che facciamo oggi è anche guardare a quello che abbiamo fatto un tempo. Anche l'armonia vissuta. Siamo determinati".

Venerdì alla rovescia rispetto all'Australia?

"Troppo brutta quella Ferrari per essere vera - commenta ma qui è solo venerdì. La Mercedes è ancora quella da battere. Vettel e Leclerc prudenti nelle interviste dopo le libere? Serve restare concentrati. Siamo migliorati, piloti più tranquilli e alcune cose le abbiamo corrette. Non sarà un'altra Australia e la stagione è lunghissima. Il risultato di domani non sarà la conclusione di una stagione. I conti li faremo alla fine”.

Non si può abbassare la guardia

"Non si può abbassare la guardia, il venerdì non è mai veritiero. Si capisce il bilanciamento, limiti e si ottimizza la macchina. Con più o meno benzina, il ritmo gara di oggi forse è stato il dato più significaivo perché ci si nasconde meno. Ma era veloce anche quello degli altri".

L'approccio di Leclerc

“Va ricordato che è stato sempre un pilota Ferrari. Ci conosce, ha fatto i test e conosce l'ambiente e il modo in cui lavoriamo. Si sta impegnando moto. E' stato a Maranello per diversi giorni e spesso dovevo mandarlo a casa. Questo sta facendo la differenza”.

Differenza Leclerc-Vettel

"Esperienza diversa ma non l’approccio. Vettel è un 4 volte campione del mondo e ha tanto da dare e raccontare. Charles ha da dare il suo talento ma sul metodo deve imparare e si sta impegnando. Leclerc molto veloce? È bravo, ma non è il giro delle libere del venerdì che ce lo deve dire".

Su Camilleri presente al box Ferrari

"L'ad ha parlato della pressione che c'era e il nostro dovere come responsabili, compreso l'amministratore delegato e il presidente, è togliere la pressione dai ragazzi. Sono concentrati su una stagione lunga, sanno che i test di Barcellona sono andati bene e che la macchina c'è. Da parte nostra cerchiamo anche di non ascoltare quello che viene detto all’esterno dai giornalisti e quello che viene scritto sui giornali. Siamo tutti concentrati, non siamo del tutto a posto con l’assetto ma ci lavoreremo nelle prossime ore”. 

Nel non capire c'è un'opportunità

"Capire tutto è difficile. Siamo al terzo circuito che questa macchina ha visto e siamo in fase di apprendimento. Piloti e tecnici cominciano a conoscerla meglio e il processo continua. Dobbiamo analizzare i nostri dati, la pista in Australia era molto diversa da quella in Bahrain, e lì non ci siamo mai trovati bene. Qui ci avvicnaimo di più a Barcellona, una pista non così lisca come quella catalana, ma ogni gara sarà una cosa a sé. Noi dobbiamo capire, adattarci in una stagione lunga. Siamo contenti di esserci e provarci. In Australia nessun poroblema power unit".

Su Mick Schumcher

"Un'emozione vedere Mick Schumacher in pista. Ragazzo bravo, gentile, educato e desideroso di fare bene. L'approcio è come quello del padre, vuole tirare fuori il massimo ed è stato bello vedere la mamama Corinna qui al paddock".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.