Formula 2, GP Bahrain: vince Latifi, ottavo Mick Schumacher. Secondo posto per Ghiotto

Formula 1

Lucio Rizzica

Il 23enne canadese si aggiudica Gara-1 nella prima tappa della stagione di F2. L'italiano Luca Ghiotto sul secondo gradino del podio, ottavo posto per Mick Schumacher. Domenica 31 marzo GP di Formula 1 in diretta esclusiva su Sky Sport F1 (canale 207) e Sky Sport Uno (canale 201)

F1, IL GP DEL BAHRAIN LIVE

Spettacolare debutto stagionale della Formula 2, sul tracciato di Sakhir in Bahrein. In griglia di partenza sono schierati anche gli attesissimi Mick Schumacher e Giuliano Alesi ad accendere i riflettori sulla serie cadetta. Parte dalla pole position l'italiano Luca Ghiotto, autore del miglior tempo in qualifica e al suo 47° ia nella categoria, ma paga un problema di frizione e scatta pattinando dal via. Accanto a lui è lento anche l'altro 'anziano' del gruppo, lo svizzero Deletraz, che comunque gira ugualmente in testa alla prima curva. Al sesto giro il DRS tradisce Gelael in frenata: resta aperto e scompone la stabilità della sua monoposto, che attraversa la pista fortunatamente senza ulteriori danni per nessuno. Al nono giro Latifi stacca con grande decisione e all'esterno sorpassa con una azione straordinaria Deletraz, conquistando così la leadership. In pista Luca Ghiotto è scatenato: a un terzo di gara si libera in successione di De Vries e Deletraz salendo in seconda posizione a sette secondi dal leader che al 17° giro rientra ma perde tempo per una pistola dispettosa e viene ripreso nella corsia box dal campione in carica della Gp3 Hubert, rookie in F2. Ghiotto è in testa e spinge, c'è ancora da rientrare al pit ma c'è anche l'incognita dI una nuova 'ripartenza' da fermo, dopo i problemi al via. Un giro dopo Latifi anche l'italiano rientra e senza problemi torna in pista davanti proprio a Hubert. A questo punto della corsa De Vries è leader, Ghiotto è settimo, Schumacher 12°, Alesi 14°. Al 23° giro Latifi passa De Vries. E' in questa fase che diventa decisiva la gestione delle gomme, anche perchè i primi sei sono tutti racchiusi entro sei secondi e mezzo. Ghiotto inanella, dalla 25a tornata in poi, una serie attacchi vincenti. Prima un doppio sorpasso, poi il duello con Matsushita e sale al terzo posto. A cinque giri dal termine riprende De Vries è risucchiato ed è secondo a sei secondi da Latifi, leader incontrastato di una gara che ora il canadese può controllare fino in fondo, davanti all'italiano decisamente penalizzato da quella partenza così difficile. Latifi sa che questa potrebbe essere davvero la sua ultima opportunità per mettersi in mostra e sa anche che la stagione è lunga e non sarà facile, specie con l'occhio critico della Williams ad analizzarne ogni metro, ma "abbiamo una macchina incredibile e il team lavora in modo eccezionale". Qualche rammarico per Luca Ghiotto, autore di una prova straordinaria... "la macchina e il team sono incredibili, peccato per quel problema alla frizione al via, ora cercheremo di capire cosa sia successo... abbiamo avuto un pò di sfortuna, però devo dire che il ritmo che ho tenuto era molto alto e sono comunque felice...". Felice anche il brasiliano Sette Camara, che centra il suo terzo podio consecutivo su questo circuito... "ammetto di aver commesso un errore stupido e di aver fatto una pessima partenza, ma ho una grande squadra alle spalle". Proprio all'ultimo giro Mick Schumacher è riuscito ad agganciare l'ottava piazza, cosa che gli consentirà di partire al palo, domani alle 13.10 nella gara sprint, per effetto dell'inversione di classifica dei primi otto, per effetto della quale Ghiotto e Latifi scatteranno dalla quarta fila. Resta in sospeso ogni giudizio sul debutto dei due figli d'arte Schumacher e Alesi, ai quali bisogna concedere almeno un paio di gare di apprendistato. Stesso discorso anche per la 'pink lady' Tatiana Calderon, promossa dalla Gp3, come quell'Hubert che invece si è scrollato di dosso ogni timore e ha chiuso con uno straordinario quarto posto. In classifica team i due gradini del podio occupati dalla Dams proiettano il team francese davanti a tutti. Mentre in testa fra i piloti c'è Latifi (25 punti), davanti a Ghiotto (24, 18 più i quattro della pole position di eiri) e Sette Camara (15). I due punti addizionali del giro veloce sono andati invece al soprendente pilota cinese Guanyu Zhou, compagno di squadra - la Uni Virtuosi - di Luca Ghiotto, decimo sul traguardo della feature race.

L'ordine di arrivo (Top 10)

1. Latifi

2. Ghiotto

3. Sette Camara

4. Hubert

5. Deletraz

6. de Vries

7. Aitken

8. Schumacher

9. Matsushita

10. Zhou (FL)

 

FORMULA 1: SCELTI PER TE