Formula 1, GP Cina. Binotto: "Perdere in Bahrain è stato frustrante, ma c'è fiducia"

Formula 1

Il team principal della Ferrari nella conferenza in Cina: "E' stato difficile a Sakhir, frustrante ma anche un'iniezione di fiducia per la gara di Shanghia". A Sky Sport dice: "La Charles-mania esisteva già da prima, Leclerc è uno stimolo per Vettel". Su Schumi Jr: "Per lui sfida nuova". Il GP è in diretta esclusiva su Sky Sport F1 (canale 207) e Sky Sport Uno (canale 201)

LA CRONACA DEL GP CINA

LA SUPER DOMENICA DI MOTORI SU SKY

"Perdere il GP del Bahrein è stato  difficile per tutti? Perdere è stato duro e un po' frustrante, ma anche una iniezione di fiducia per la gara in Cina. Ho detto a Leclerc che avrebbe fatto bene in Cina ma sono state fantastiche le sue parole nel dopo gara. Io gli ho detto di essere felice per quanto aveva  fatto, ora guardiamo alla prossima sfida". Sono le parole di Mattia Binotto, team Principal della Ferrari, in conferenza nel GP della Cina, dove è tornato a parlare anche della gara a Sakhir. "Il problema si è  verificato solo una volta in gara, mai in prova o nei test, dobbiamo  essere forti nell'affidabilità, sono cose che a volte succedono, siamo stati sfortunati. Abbiamo cambiato le power unit in Cina", ha aggiunto. 

Vettel e Leclerc

Parlando poi dei due piloti in Ferrari Binotto ha spiegato che "come  team bisogna dare la priorità al team stesso, massimizzando i punti  della scuderia. Per noi Vettel è il pilota che ha più probabilità di  lottare per il titolo, ma se tra qualche gara le cose dovessero cambiare. per qualche motivo. anche la nostra posizione può cambiare. Se c'è un pilota è chiaramente più veloce avrà un vantaggio, come è successo con Charles in Bahrein". Il team principal della Ferrari non si è poi detto d'accordo con l'ex presidente Luca Montezemolo sul  fatto che possa essere solo. "Ho il sostegno pieno di presidente e Ceo, grandi persone e che hanno danno un sostegno totale al team ed ho tante persone con cui parlare a Maranello. E' un team affamato e pieno di competenze, sono pienamente sostenuto e mi auguro una lunga vita nel team".

La Charles-mania

A Sky Sport F1, inoltre, Binotto si è soffermato ancora sui piloti della Ferrari: "La Charles mania esisteva già da prima, non è una cosa di adesso. Leclerc è uno stimolo per Sebastian".

Su Mick Schumacher

"Mick Shumacher? Valutare la sua prestazione sulla Ferrari è molto difficile, le condizioni meteo erano molto brutte (nei test, ndr), era la sua primissima giornata su una macchina di F1, era più importante la fase di apprendimento, si trova davanti una  sfida nuova. E' stato importante il suo modo di approcciare, non ha mai spinto al limite, ha fatto un ottimo lavoro, sempre molto  concentrato. Se assomiglia a suo padre? Era la prima volta che lo vedevo dopo tanti anni, non è tanto simile a Michael ma per come si comporta, come si approccia, il tipo di domande che fa, è simile al padre e anche a Maranello fa lo stesso", ha raccontato Binotto sul giovane pilota del Team Prema e della Ferrari Drivers Academy.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche