Formula 1, Weber, ex manager Schumacher: "Avrebbe gestito la carriera di Mick in F1"

Formula 1

L'ex manager di Michael Schumacher Willi Weber è convinto che il sette volte campione del mondo sarebbe tornato in Formula 1 con un ruolo direttivo nella gestione del figlio Mick, se non fosse stato per l'incidente sciistico del 2013: "Sarebbe stato il coronamento dell'intera storia". Il GP di Baku è in diretta esclusiva su Sky Sport F1 (canale 207): domenica 28 aprile alle 14.10

LA CRONACA DI LIBERE 3 E QUALIFICHE

Michael Schumacher ha riportato gravi danni in seguito a un incidente sciistico nel dicembre 2013 e sta tutt'ora affrontando una lunga strada verso la guarigione. Ma se non fosse stato per l'incidente, Willi Weber, ex manager dell'indimenticato sette volte campione del mondo, è convinto che Schumacher avrebbe avuto un ruolo attivo nella supervisione della carriera di suo figlio Mick e lo avrebbe aiutato a guidarlo verso la Formula 1. In un'intervista a Motorsport.com, Weber ha dichiarato: "Michael era ansioso di portarlo in F1 e di gestirlo, come lo gestivo io. Sarebbe stato il coronamento dell'intera storia".

Mick Schumacher, dopo aver vinto il campionato europeo di Formula 3 lo scorso anno, oggi corre in Formula 2 e recentemente ha partecipato ai test in Bahrain di F1 guidando la Ferrari SF90 e l'Alfa Romeo C38, ottenendo discreti risultati. Mentre il giovane sta attualmente beneficiando della guida del manager e portavoce del padre Sabine Kehm, Weber pensa che il suo ex protetto sarebbe stato molto utile se gli eventi fossero andati diversamente. "Michael conosce tutto", ha detto. "Sa come parlare ai team, sa come funziona tutto il sistema, perché ha fatto tutte le esperienze da solo: questa era la sua ambizione". Ha poi aggiunto: "Con suo padre, Mick ha un pesante fardello da portare, la gente lo paragonerà sempre a Michael e dirà 'Si chiama Schumacher, deve ottenere gli stessi risultati di suo padre'. Ovviamente questo è un enorme onere per il ragazzo. Se Michael fosse ancora al suo fianco, avrebbe un simbolismo completamente diverso, ma ora Mick rappresenta essenzialmente suo padre negli occhi della gente, questo è il problema, perché tutti lo confrontano e tutti dicono 'Deve produrre lo stesso risultati".

Weber non ha più alcun coinvolgimento attivo con le corse automobilistiche da quando la sua collaborazione con Nico Hulkenberg si è conclusa nel 2011. Ora, a 77 anni, vive a Maiorca e ha altri interessi commerciali nell'edilizia: "Devo lavorare, essere un pensionato non fa per me. Il lavoro che sto facendo ora è più o meno un hobby. Quando mi annoio, devo sempre trovare qualcosa da fare, anche se non ne ho bisogno, sono soddisfatto e penso che questo sia l'importante".

I più letti