F1, GP Spagna. Wolff: "Hamilton in Ferrari? Ogni pilota sogna un Mondiale con la Rossa"

Formula 1

Toto Wolff nel weekend del Gran Premio di Spagna ha parlato dell'ipotesi che il pilota della Mercedes possa essere tentato dal passaggio in Ferrari: "E' un marchio fenomenale, ogni pilota sogna di vincere un Mondiale con la Rossa". Ma la prende con tranquillità: "C'è sempre un piano B". Domenica gara in diretta esclusiva su Sky Sport F1 (canale 207) alle 15.10

LA DIRETTA DEL GP DI SPAGNA

Il team principal della Mercedes Toto Wolff si è concesso in una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport in occasione del quinto appuntamento della Formula 1 a Barcellona. Il tedesco ha parlato della reale possibilità che Lewis Hamilton in un futuro, forse non troppo lontano, potrebbe passare alla Ferrari. Ma prima di entrate nel vivo della questione, nel salotto dell'hospitality Mercedes, Wolff ha ironicamente esposto un piccolo "problema" famigliare con cui dovrà sicuramente fare i conti un domani. Con soddisfazione ha mostrato un video dal suo cellulare che ritrae il figlio Jack mentre gioca divertito con un'automobilina a pedali e con in testa il caso di Hamilton: "Ha solo due anni e già vuole fare il pilota. Credo che tra 15 anni sarò sempre qui, ma per seguirlo". Successivamente il team manager ha dichiarato il suo punto di vista sulla possibilità che il 5 volte campione del mondo possa essere tentato dal passaggio alla Rossa: "Certo, e ne abbiamo anche parlato apertamente fra di noi. La Ferrari è un marchio fenomenale, il più prestigioso in F1, e ogni pilota sogna di vincere un Mondiale con il Cavallino. Lo capisco perfettamente. D'altra parte anche la Mercedes ha una grande storia e abbiamo rinnovato i fasti del passato, cosa di cui Lewis è fiero. Nessuno conosce il futuro. Io spero che finisca la carriera vincendo altri titoli con noi, ma so che tutti hanno il desiderio di andare con la Rossa". Ma Toto Wolff non ha grandi preoccupazioni al riguardo, le alternative non mancherebbero e il campionato può vantare tanti e giovani talentuosi piloti: "La prendo con tranquillità. Finché saremo capaci di costruire un'auto vincente e offrire un team accogliente, troveremo sempre piloti all’altezza pronti a correre per noi. C’è sempre un piano B, un piano C e un piano D… Oggi ci sono piloti top all'apice e giovani di talento, le superstar del futuro. Lewis, Seb, Max, Charles, lo stesso Valtteri, e poi Esteban Ocon e George Russell del nostro vivaio. Ma abbiamo solo due auto. Ecco perché parlavo di un piano B, C e D".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche