Formula 1, video highlights del GP di Spagna

Formula 1

Gara senza storia a Barcellona: Hamilton perfetto alla partenza e in "modalità gestione" fino alla bandiera a scacchi. Bottas secondo, mentre la Ferrari fatica nonostante gli aggiornamenti. Solo un sussulto nel finale con la safety car entrata in pista per il contatto Norris-Stroll. La Mercedes scappa, la Rossa deve reagire alla svelta. Domani i test, poi il Mondiale tornerà con il GP di Monte-Carlo in diretta esclusiva su Sky Sport F1 il 26 maggio

TEST F1, SECONDA GIORNATA LIVE

LE CLASSIFICHE DEL MONDIALE

E cinque. Le Mercedes non lasciano scampo al resto della truppa di F1, Ferrari in primis, e mettono il sigillo anche sul circuito del GP di Spagna, 5^ prova del Mondiale con Lewis Hamilton primo davanti al compagno di scuderia Valtteri Bottas, in una gara senza storia, per un trend che ormai va avanti dal Gran Premio d'Australia. Lo strapotere delle due Frecce d'Argento ha ovviamente messo in un cantuccio tutti i diretti concorrenti, con Max Verstappen a centrare un buon terzo posto davanti alle due Ferrari (che pure qui a Barcellona avevano incantato nei test invernali) di Sebastian Vettel 4/o e Charles Leclerc 5/0.  Grazie a questa vittoria, la 76^ in carriera, Hamilton si porta in testa alla classifica davanti a Bottas: 112 punti contro 105, mentre le 'Rosse' incassano un brutto ko sul tracciato spagnolo, dove hanno sofferto per tutto il weekend la superiorità della Mercedes non riuscendo mai a sembrare competitive.

La classifica piloti

La classifica costruttori

Gara senza storia

Sulla gara poco da dire. La cronaca si ferma alla prima curva dopo il via con Hamilton che 'brucia' il compagno di squadra e 'poleman' finlandese portandosi al comando, senza più mollarlo fino alla fine. Con l'unico piccolo brivido a 20 giri dalla fine regalato dalla Safety car entrata in pista dopo un incidente di pista: la ripartenza però non ha fatto che certificare il monologo tedesco e l'impotenza di tutti gli altri. La Ferrari di Vettel ci ha provato al via ma il rischio di collisione con Leclerc e Verstappen lo hanno alla fine rallentato, facendogli perdere la posizione a vantaggio dell'olandese della Red Bull. Nel complesso la gara e' una "lunga passeggiata" delle Mercedes, con l'inglese che incassa anche il punto del giri veloce (1'18"492). Nemmeno le strategie di corsa invertono il trend (in casa Ferrari, Leclerc a un certo punto beneficia di un ordine di scuderia che lo porta davanti a Vettel, salvo poi riconsegnare il quarto posto al tedesco).

La Safety Car

L'unico sussulto arriva al giro 46, quando un contatto tra Norris e Stroll mette fuori causa i due e porta dentro la safety car: alla ripartenza Leclerc deve difendersi da Gasly, Vettel conserva il 4° posto dietro a Verstappen mai a rischio podio e che alla fine sopravanza il tedesco della Ferrari anche nella classifica mondiale ora guidata da Hamilton, con sette punti di vantaggio su Bottas e una enormità su tutti gli altri: Verstappen è a -46, Vettel a -48, Leclerc a -55.

Dominio d'Argento 

Mai nessuna squadra prima della Mercedes nella storia della Formula 1 aveva cominciato una stagione mostrando tale dominio. Hamilton, come detto nuoivo leader del Mondiale, porta a casa anche il punto per il giro velce. A punti sul circuito del Montmelò sono andati anche Pierre Gasly, sesto con la Red Bull, Kevin Magnussen, settimo con la Haas, quindi Carlos Sainz, ottavo su McLaren. Nono e decimo, posto, rispettivamente, per Daniil Kvyat con la Toro Rosso e Romain Grosjean, con la Haas. Prossimo round, il GP di Monte-Carlo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche