Formula 1, nuove regole dal 2021: più sorpassi e più spettacolo

Formula 1

A ottobre la FIA e Liberty Media ufficializzeranno il nuovo regolamento della Formula 1. Dal 2021 regole che incentivano show e spettacolo, componenti standard che riducono il gap delle monoposto in griglia e tagli dei costi

NUOVA GENERAZIONI DI TALENTI,NON SOLO LECLERC-VERSTAPPEN

CALENDARIO - CLASSIFICHE

LE NEWS DI SKY SPORT SU WHATSAPP

Cominciano a emergere i primi dettagli su quello che sarà il nuovo regolamento della Formula 1. Già da tempo nel mondo del motorsport è maturata l'esigenza di avere regole più semplici e più libere, che potessero favorire lo spettacolo e i sorpassi in pista. Dal GP del Canada e dal discusso caso Vettel, anche i piloti hanno sostenuto la volontà di sentirsi meno soffocati nella lotta corpo a corpo. Ora si è pronti a un vero e proprio cambio di direzione. Le nuove norme, tecniche ed economiche, dovranno essere ufficializzate a ottobre, ma già da ora la FIA (Federazione Internazionale dell'Automobilismo) e Liberty Media, la proprietaria della F1, stanno lavorando su nuovi obiettivi. Lo scopo è quello di promuovere un diverso approccio che possa incentivare i sorpassi, ridurre le differenze di prestazione tra le monoposto in pista, ridisegnare l'estetica delle vetture e limitare il tetto di spesa. Come chiarisce Ross Brawn, direttore Motorsport della F1: "Il nostro obiettivo è quello di rendere  questo sport più sostenibile e divertente".

I punti principali del regolamento 2021

Le nuove regole per il 2021 prevedono monoposto con un alettone anteriore largo ma più semplice, senza le appendici aerodinamiche presenti oggi, che si abbina a un fondo con due tunnel sotto le fiancate in cui sono piazzati i diffusori. Il taglio dei costi prevede la semplificazione del sistema di alimentazione a radiatori più semplici, il congelamento dello sviluppo dei cambi per 5 anni, il divieto delle sospensioni idrauliche limitando alcune componenti delle sospensioni stesse, cerchi e sistemi frenanti standard e riduzione del 40% del tempo che si può spendere in galleria del vento. Per quanto riguarda il taglio dei costi ci sono ovviamente delle eccezioni. Il limite economico vedrà comunque escluse le voci dell'ingaggio dei piloti e di alcuni manager o tecnici di alto livello, e delle spese di markenting e promozione. Viene dunque lasciata piena libertà per tutto ciò che non riguarda le performance. Il nuovo regolamento deve trovare anche l'ok dei team in particolare i top come Ferrari e Mercedes che ripetono sempre di voler competere in una F1 che abbia nel suo Dna ricerca e sviluppo. I piloti saranno coinvolti nella discussione, cosa auspicata e sottolineata negli ultimi tempi dai drivers (basti pensare alle conferenze stampa di Spielberg e Silvertone). Un modo condivisibile per coinvolgerli, con l'obiettivo di rendere più spettacolare la F1 (come nelle intenzioni di Liberty Media).

I più letti