Leclerc, via da Monza in taxi senza essere riconosciuto: "Quel giovane è forte…"

Formula 1

Il ferrarista ha raccontato al Tg1 un divertente aneddoto con un taxista, che non l'aveva riconosciuto subito dopo la vittoria di Monza. "Mi ha chiesto se fossi andato a vedere la gara e ha parlato di quel giovane così forte...". A fine corsa la rivelazione. "Gli ho detto che il giovane ero io, è stato divertente"

SPETTACOLO MONZA, F1 DA RECORD SU SKY

LECLERC: "MONZA UN SOGNO, FATEMI PARLARE ITALIANO"

IL CORO DEI TIFOSI PER CHARLES. VIDEO

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY

Dopo aver vinto il Gran Premio di Monza ha lasciato il circuito in taxi, come uno spettatore qualunque. E infatti Charles Leclerc non è stato riconosciuto. "Il tassista non mi vedeva e mi ha chiesto se fossi andato a vedere la gara". Poi il commento che fa sorridere. "Il giovane è veramente forte...". L’aneddoto è stato raccontato dal pilota monegasco in un’intervista concessa al Tg1. Leclerc il Gran Premio l’aveva visto eccome, da una posizione privilegiata: nell’abitacolo della sua SF90, in testa dall’inizio alla fine. Prima di salutare il tassista, la rivelazione. "Gli ho detto che ero il giovane molto forte di cui parlava. E’ stato divertente".

"Voglio diventare campione del mondo"

Leclerc ha poi aggiunto. "Io un freddo? Per nulla, prima mi arrabbiavo molto anche se arrivavo secondo e mi demoralizzavo. Ora sono molto più forte di testa rispetto a qualche anno fa. Il mio prossimo obiettivo? Diventare campione del mondo, lo voglio assolutamente".

I più letti