Formula 1, mercato piloti: il futuro di Giovinazzi e Hulkenberg

Formula 1

A otto GP dal termine, il sedile di Antonio Giovinazzi è ancora in bilico. L'Alfa Romeo è a un bivio: confermare l'italiano o puntare sull'"usato sicuro" Hulkenberg. Ma c'è anche una terza opzione. Il GP di Singapore in diretta domenica alle 14.10 su Sky Sport F1 (canale 207) e Sky Sport Uno (canale 201)

GP SINGAPORE, LA DIRETTA DELLA GARA

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY

A otto GP dalla fine del Mondiale Formula 1, manca ancora qualche tassello per completare il puzzle del paddock del prossimo anno. Uno dei sedili ufficialmente non confermati è quello della Alfa Romeo Racing di Antonio Giovinazzi. Si tratta di una macchina dellla Ferrari Driver Academy, ciò vuol dire che sono i vertici della 'Rossa' a decidere. Al momento sembrano sostanzialmente tre le possibilità per la scuderia: 

  • La prima: mantenere i rapporti con Alfa Romeo, e di motorizzazione con Ferrari, mantenendo quindi la situazione attuale, ovvero con Giovinazzi alla guida
  • La seconda va incontro a chi vorrebbe i soldi dello sponsor (circa 20 milioni di euro) di Marcus Ericsson, che verrebbe richiamato dopo il 'declassamento' a terzo pilota di questa stagione. 
  • La terza via è legata a invece al futuro di Nico Hulkenberg, che a fine stagione lascerà la Renault. In casa Alfa si vuole un pilota di costanza, di esperienza, consapevoli che un giovane (come Giovinazzi) può crescere, mentre con un pilota di esperienza si portano a casa punti con più continuità. Le gare che separano dalla fine della stagione diventano quindi fondamentali per Giovinazzi.

Hulkenberg: "Futuro incerto"

Nico Hulkenberg, intervistato nel venerdì di Libere del GP di Singapore, ha parlato proprio del suo futuro. "Se sapessi cosa c'è in serbo per me, ve lo direi. Sì, c’è ancora la possiblità di rimanere in Formula 1. Per ora non c’è nulla da annunciare, nulla scolpito nella pietra, ma una possibilità molto realitistica a mio avviso. Alla Alfa o alla Williams? Difficile rispondere in modo dettagliato, come potrete immaginare questi sono tutti particolari riservati. Tutti sanno quali sono i posti disponibili. Serve ancora un po’ di tempo per avere chiarezza. Se mi piacerebbe tornare a lottare per il podio col nuovo club? Certo, anche questo è nell mia mente, chiaramente devo vedere dove mi porta il mio percorso. Ora come ora però sono totalmente concentrato sulla Formula 1”. Hulkenberg si sarebbe proposto alla Red Bull, ma da Helmut Marko, manager e consigliere Red Bull, sarebbe arrivato un secco rifiuto alla proposta tedesco, unito all'invito a fare un definitivo passo indietro.

I più letti