Formula 1, GP Giappone 2019: la guida del pilota per Suzuka

Formula 1

Matteo Bobbi

Possibili raffiche di vento, dopo il passaggio del tifone, nella domenica di Suzuka: oggi si disputano sia qualifiche che gara. Il circuito è tra i più amati dai piloti. Mercedes favorita, ma la Ferrari avrà dalla sua la velocità nei rettilinei. Guida tv: qualifiche del GP del Giappone in diretta stanotte alle 3 su Sky Sport F1 (canale 207) e Sky Sport Uno (canale 201), gara alle 7.10

GP GIAPPONE, LA DIRETTA DELLA GARA

Quello di Suzuka è un tracciato che richiede molta velocità in percorrenza di curva. Si tratta di una pista differente dagli ultimi circuiti affrontati in F1. Il primo settore favorice le vetture con un alto grado di carico verticale, vedi la Mercedes. La Ferrari avrà dalla sua la velocità nei rettilinei e potrebbe dire la sua. Certamente sarà importante qualificarsi per stare davanti: qui, più che altrove, si vince partendo dalla prima fila. Da tener presenti le raffiche di vento che il tifone Hagibis potrebbe aver lasciato dopo il suo passaggio. Qui la nostra consueta guida del pilota.

Curve 1-2: - Si arriva a circa 340 km/h, si scala in 4^ marcia per la seconda parte (curva 2) con una velocità minima di 175 km/h.

Curve 3-4-5-6 - Serie pazzesca di cambi direzione con oltre 4.3 G di accelerazione laterale, si affrontano in 6^ marcia con velocità intorno ai 240 km/h.

Curve 13-14 - Si frena a 40 mt circa, si arriva a circa 305 km/h e si passa in 4^ marcia per la seconda parte della curva (curva 14) con una velocità minima di 170 km/h.

Curva 15 - La affrontano in pieno in 8^ marcia ad oltre 300 km/h.

Curva 16-17 - Gran staccata, 170 kg sul pedale del freno, 3^ marcia; si usa molto il cordolo della 17, conta molto la trazione.

I più letti