Formula 1, GP Brasile: Leclerc penalizzato di 10 posizioni in griglia

Formula 1
©Getty

Leclerc avrà 10 posizioni di penalità in griglia nel GP del Brasile in programma domenica. Lo rivela il team principal della Ferrari, Mattia Binotto: "Abbiamo dovuto modificare la Power Unit, danneggiata da Charles nel weekend di Austin. Questo comporterà per lui una penalità a Interlagos"

GP BRASILE, LA CRONACA DELLE PROVE LIBERE

Dopo il titolo conquistato da Hamilton ad Austin, il circus della Formula 1 fa tappa a Interlagos. In vista del Gran Premio del Brasile, penultimo appuntamento del 2019, molti piloti hanno ancora motivazioni. Tra questi, ci sono sicuramente i ferraristi, alla ricerca di riscatto dopo il weekend negativo in Texas. Brutte notizie però per Charles Leclerc: il monegasco avrà 10 posizioni di penalità in griglia a Interlagos, a causa di un cambio di Power Unit

Binotto: "Costretti a lavorare sulla Power Unit di Leclerc"

Il team principal Mattia Binotto prova a suonare la carica in casa Ferrari: "Arriviamo al penultimo Gran Premio della stagione dopo la gara, per certi versi frustrante, di Austin. In Texas non siamo riusciti a portare a casa il risultato che pensavamo di poter raccogliere. Sabato con Seb abbiamo mancato la settima pole consecutiva per un centesimo, ma se avevamo comunque avuto conferma di essere competitivi a livello di performance". Binotto comunica anche la notizia relativa a Leclerc: “Negli Stati Uniti il passo gara di Charles nel primo stint è stato mediocre, la prestazione della sua vettura è tornata normale solo dopo la prima sosta. Con lui cercheremo di gettarci tutto alle spalle e di ripartire dal Brasile, dove potrà disporre di una Power Unit nuova (motore endotermico, ndr). La sua si è danneggiata nel sabato di Austin e per questo è stato costretto a montare una unità già usata e meno potente per il resto del weekend. Equipaggiare la sua vettura con una nuova Power Unit significa prendere penalità in griglia, ma facendo questo a San Paolo ci aspettiamo di tornare ai livelli consueti di performance e di poter lottare in questo finale di stagione”. Una mossa fatta soprattutto per ritrovare lucidità in questo finale di stagione: “Cerchiamo conferma dei progressi fatti con la nostra vettura e per arrivare con un buon stato di forma alla pausa invernale. So che i nostri piloti e tutto il team sono molto concentrati su questo”.

Leclerc: "Brasile patria del mio idolo, Ayrton Senna"

Consapevole della penalità, per Leclerc correre sul circuito di Interlagos rimane qualcosa di speciale: "Oltre ad essere una nazione con una enorme passione per il nostro sport, il Brasile è anche la patria di Ayrton Senna, il pilota al quale mi sono ispirato di più. Un talento incredibile, e una persona speciale. Questo GP, inevitabilmente, ci riporta in mente la sua leggenda". Il ferrarista dimostra di conoscere la pista: "Il circuito è molto divertente. Consiste in un giro corto in cui ci sono comunque curve molto diverse fra loro oltre a rettilinei di discreta lunghezza. Il layout della pista è cambiato molto nel corso degli anni, fino ad assumere la conformazione attuale. Ai videogame da bambino sceglievo sempre questa pista, per questo posso dirmi un grande appassionato". Le condizioni climatiche saranno molto importanti: "Il meteo a San Paolo è sempre imprevedibile e questo influirà sulle condizioni del tracciato, che cambiano giorno dopo giorno e con certe condizioni possono rimescolare le carte in tavola".

Vettel: "In Brasile atmosfera unica"

Out per una rottura della frizione ad Austin, Vettel vuole rifarsi in Brasile. Un circuito speciale: "Gareggiare in Brasile è sempre un’incognita, può succedere davvero di tutto. Non ne conosco il motivo, ma questa pista e questi luoghi hanno sempre qualcosa di particolare. Ad ogni gara succede sempre qualcosa di particolare, e se non accade sicuramente arriverà l’anno dopo". Interlagos regala bei ricordi al ferrarista: "Questa è una di quelle piste che nel recente passato su cui il nostro team si è trovato bene. Per esempio, lo scorso anno Kimi era salito sul podio qui, mentre due anni fa io vinsi la corsa". Un aspetto rende unico il GP del Brasile: "Di sicuro, l'atmosfera rende questa una corsa speciale: i brasiliani sono il pubblico più "rumoroso" tra quelli di tutte le gare in calendario. Gridano talmente forte dagli spalti che si riescono a sentire perfino mentre si gira in pista. Sembra davvero che veramente salgano in macchina con te".

I più letti