Formula 1, Lewis Hamilton su Twitter: "Sono dimagrito e ho ritrovato papà"

Formula 1
Twitter @LewisHamilton

Alle porte del Mondiale, il pilota britannico e 6 volte campione di Formula 1 si è caricato in vacanza come raccontato sui social. Fisico statuario e più asciutto rispetto al passato: "L'anno scorso ai test pesavo 78 kg, quest'anno sono sceso a 73". E c'è la serenità ritrovata con il padre: "Passare del tempo con lui mi ha dato enorme felicità, la famiglia è la cosa più importante al mondo"

NUOVA FERRARI, IL LIVE STREAMING DELLA PRESENTAZIONE

Non può che essere lui l’uomo da battere nel 2020, un fattore in pista e rigenerato dalle vacanze invernali. Parliamo di Lewis Hamilton, 35 anni e 6 volte campione del mondo in Formula 1: reduce da tre successi consecutivi (e 5 nelle ultime 6 edizioni), il pilota britannico della Mercedes si sta affacciando nel migliore dei modi al Mondiale che prenderà il via il prossimo 15 marzo con il GP d’Australia. Già, perché il relax che si è concesso pare averlo caricato eccome in vista delle nuove sfide. L’ha raccontato lo stesso Lewis attraverso i suoi profili social che, tra Twitter e Instagram, coinvolgono quasi 20 milioni di seguaci. Divertimento in compagnia e messaggi condivisi ai suoi followers: "Rifletti sulla positività se puoi, piuttosto che sulle tue paure e dubbi". E naturalmente c’è la cura del corpo, fisico decisamente statuario come esibito con un selfie e dalle parole inequivocabili: "Questo è stato uno dei migliori inverni in cui mi sono allenato. L’anno scorso sono arrivato ai test appesantito dai liquidi con circa 78 kg. Ora sono sceso a 73. C’è ancora da fare e ci sono altri muscoli da mettere, ma sono sulla strada giusta. Se ci si vuole mettere in forma, si può fare".

"La famiglia è la cosa più importante al mondo"

Atteso da una settimana di presentazioni delle monoposto, Hamilton insegue il record di 7 titoli di Michael Schumacher e prova a togliere al tedesco il primato di vittorie nei GP (91 a 84 per Schumi). Obiettivo dichiarato per chi ha ricaricato le batterie grazie anche al contributo della famiglia. È quanto emerso in un altro post condiviso da Lewis e dedicato al padre Anthony, figura alla quale è molto legato nonostante il distacco registrato durante la carriera. Inizialmente destinato alla gestione manageriale del figlio, i due si separarono nel 2010 per la volontà del pilota Mercedes. Ma il rapporto tra i due è pienamente recuperato come spiegato da Hamilton.

Così recita il messaggio diffuso da Hamilton: "Il nostro viaggio non è stato facile, abbiamo affrontato tanti ostacoli come individui ma anche come famiglia. Io e mio padre non abbiamo avuto la più facile delle relazioni. Ha lavorato così duramente per creare un’opportunità a noi come famiglia, grazie a lui mi trovo dove sono oggi. Nell’inseguire il successo, con tutta la pressione addosso, eravamo così presi da perdere di vista quello che era davvero importante, la nostra unione. Nel corso del tempo abbiamo perso quel legame padre-figlio ed è stato qualcosa che entrambi desideravamo da tanto tempo.  Negli ultimi due anni c’è stato un riavvicinamento e durante la pausa invernale gli ho chiesto di raggiungermi per passare del tempo insieme. Solo io e lui.  Non lo avevamo fatto prima, passare del tempo con lui mi ha dato enorme felicità. La famiglia è la cosa più importante al mondo. Non puoi scegliere la tua famiglia ma puoi farla funzionare indipendentemente dalle differenze. Sono coloro che ci saranno quando non avrai più niente". Parole toccanti e davvero sentite da Hamilton che, in occasione della pausa invernale, si è concesso del relax pure a ritmo di musica con papà Anthony. E naturalmente alla guida, non potrebbe essere altrimenti.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche