Formula 1, Verstappen sfida Hamilton: "Non è Dio, posso batterlo"

Formula 1
©Getty

Fresco di rinnovo con la Red Bull, l'olandese non nasconde le proprie ambizioni: "Quest'anno il nostro obiettivo è sfidare le Mercedes. Lo reputo vulnerabile se viene messo sotto pressione"

NUOVA FERRARI, IL LIVE STREAMING DELLA PRESENTAZIONE

A poco più di un mese e mezzo dal via del mondiale di Formula uno (il 15 marzo in Australia, diretta esclusiva su Sky Sport), Max Verstappen lancia la sfida a Lewis Hamilton. Il 22enne olandese, fresco di rinnovo con la Red Bull fino al 2023, non nasconde le proprie ambizioni.

"Sotto pressione diventa vulnerabile"

Queste le parole di Verstappen, intervenuto ad un evento Red Bull: "In Formula 1 molto dipende dalle vettura che uno ha a disposizione. Lewis è un pilota molto forte, uno dei migliori, però non è Dio e io posso batterlo". L'olandese mostra molta consapevolezza nei propri mezzi: "Forse Dio è con lui, ma lui non è Dio".

Tre vittorie nel Mondiale dell'anno scorso e terzo posto nella classifica finale iridata dei piloti per il 22enne di Hasselt, che quest'anno punta a fare meglio e a sfidare il britannico, sei volte campione del mondo, nella lotta per il titolo. "Il nostro obiettivo è quello di sfidare la Mercedes e penso che questa volta potremo essere in grado di farlo. Non vedo l'ora di iniziare, nel team vedo tutti molto motivati e concentrati". Ottimismo che deriva dal bilancio dell'ultima stagione: "Nel 2019 abbiamo chiuso bene, risultando competitivi al massimo e non ci resta che continuare". Per Verstappen, infatti, un modo per battere Hamilton c'è: "Lo reputo vulnerabile nel caso soffra una pressione costante, altrimenti puo' anche guidare non al 100%, diciamo al 97,  senza fare errori. Noi quest'anno possiamo migliorare ancora, vedremo cosa potrà succedere".

"Con il rinnovo ho più serenità"

Verstappen ha parlato anche del suo recente rinnovo con la Red Bull, che gli permetterà di affrontare il mondiale 2020 con maggiore tranquillità:  "Se sai di essere in scadenza c'è qualcosa che non fila liscio.  Ora invece il mio futuro è chiarissimo e stabile, mi sento in un ambiente focalizzato sull'ottenere vittorie e campionati". L'olandese pone l'obiettivo: "Vogliamo sfidare la Mercedes da subito, possiamo farcela". 

I più letti