F1 e MotoGP, dal circuito di Silverstone: "Rimborseremo i biglietti se non si correrà"

Formula 1

Il managing director del circuito di Silverstone, Stuart Pringle, afferma che il circuito sta facendo tutto il possibile per garantire che i Gran Premi di Gran Bretagna, sia di Formula 1 che di MotoGP, si svolgano regolarmente in estate: "Ma le previsioni sono impossibili, se non si correrà rimborseremo i biglietti"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI LIVE

Dopo i rinvii di cinque gran premi e la cancellazione delle gare di Australia e Montecarlo a causa dell'emergenza coronavirus, dal circuito di Silverstone sono arrivate alcune indicazioni, sia per Formula 1 (gara prevista il 19 luglio) che per la MotoGP (gara prevista il 30 agosto). A fare il punto della situazione è Stuart Pringle, managing director del circuito in una nota, una lettera più precisamente, pubblicata sull'account Twitter @SilverstoneUK. Data l'evoluzione della situaizione Covid-19 non si può garantire evento, ma se sarà necessario - viene affermato - si procederà al rimborso totale dei biglietti. "Vi scrivo per un aggiornamento suoi prossimi eventi a Silverstone mentre la Gran Bretagna continua a combattere contro il coronavirus ", esordisce Pringle.

Tra luglio e agosto, le gare di F1 e MotoGP

"Questa settimana, è stato annunciato dalle istituzioni che tutti gli sport motoristici sono stati sospesi nel Regno Unito alla fine di aprile 2020 per sostenere il governo britannico nei suoi sforzi per contenere la diffusione del virus. Molti di voi hanno prenotato i biglietti per i nostri eventi entro la fine dell'estate, tra cui il Gran Premio di Gran Bretagna di F1 e la MotoGP. Capisco che abbiate voglia di capire se si terranno o meno".

Previsioni impossibili

"La verità è che, come molti altri eventi sportivi internazionali in programma in tutto il mondo, non possiamo prevedere quale sarà la situazione in estate. Tuttavia, posso dirvi con il cuore che tutti a Silverstone, la Formula 1 e la MotoGP stanno facendo il possibile per garantire che si possano organizzare questi eventi nelle loro date programmate".

La Formula 1

"Come ha affermato Chase Carey, CEO Liberty Media, la Formula 1 e la FIA non prevedono di iniziare il campionato in Europa se non dopo maggio, anche se questo viene piano  potrebbe essere rivisto".

Rimborseremo i tifosi

"Vorrei rassicurare i nostri fan sul fatto che, qualora dovessimo essere costretti a cancellare uno dei due GP, a tutti i clienti che hanno acquistato un biglietto saranno rimborsati. Continueremo, ovviamente, ad aggiornare sul come la situazione nel Regno Unito si evolve e vorrei cogliere l'occasione per ringraziarvi per il vostro sostegno e per la pazienza in un momento estremamente difficile per tutti. Soprattutto, spero che voi le vostre famiglie siate al sicuro in questo momento preoccupante."

I più letti