Formula 1, pronti i primi respiratori targati Mercedes nella lotta al coronavirus

coronavirus

Il team campione del mondo di Formula 1 ha annunciato che in settimana consegnerà i primi respiratori prodotti autonomamente nel centro di Brixworth. Il governo britannico ne ha ordinati 10.000

CORONAVIRUS, AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Mercedes ha annunciato che in settimana consegnerà i primi apparecchi respiratori di sua produzione per i servizi sanitari britannici, come contributo nella lotta contro l'epidemia di Covid-19. Il dispositivo é stato sviluppato dal team di Formula 1 con sede in Gran Bretagna e approvato in due settimane con l'aiuto dell'University College London (UCL), nell'ambito dell'operazione "Project Pitlane" che riunisce altri team di F1, come Red Bull, McLaren, Williams, Racing Point, Haas e Renault. Questi dispositivi di ventilazione a pressione positiva continua (CPAP) sono principalmente destinati a pazienti affetti da un'infezione polmonare e per i quali le maschere di ossigeno non sono sufficienti. Il governo britannico ne ha ordinati 10.000. Possono essere prodotti al ritmo di 1.000 al giorno dal centro tecnico Mercedes di Brixworth. "Dall'annuncio del progetto, abbiamo ricevuto un numero incredibile di richieste per il dispositivo CPAP da tutto il mondo" ha affermato Andy Cowell, direttore del centro. Circa 40 macchine, che di solito producono pistoni e turbocompressori per auto di F1, sono ora dedicate alla produzione dei ventilatori polmonari. Mercedes renderà pubblici e gratuiti i progetti del dispositivo.

FORMULA 1: SCELTI PER TE