Coronavirus, Mercedes costruisce nuovi dispositivi respiratori in meno di 100 ore

Coronavirus

Il lavoro dell'Università di Londra e del team di F1 ha prodotto in meno di una settimana i primi risultati: prodotti nuovi dispositivi per favorire la respirazione di pazienti positivi al coronavirus

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Nuovi dispositivi respiratori pronti nell'arco di 100 ore: Mercedes in prima linea in Inghilterra nella lotta contro il coronavirus. Dopo la Ferrari, impegnata in Italia nella produzione di parti per respiratori e apparecchi medicali utili a contrastare l’emergenza Covid-19, ora infatti è il turno del team anglo-tedesco, che segue all'annuncio di 7 squadre (oltre a Mercedes anche Red Bull Racing, Racing Point, Haas, McLaren, Renault e Williams) di unirsi nel "Progetto Pitlane".

L'obiettivo: 1000 nuovi dispositivi al giorno

Grazie alla collaborazione con lo University College di Londra, nello stabilimento di Brixworth (lo stesso in cui vengono prodotte le Power Unit del team di F1) sono stati prodotti in appena 100 ore nuovi dispositivi che inviano ossigeno ai polmoni senza la necessità di attrezzature di ventilazione, riducendo così notevolmente i tempi di produzione. In questo momento si tratta di definire il design e di svolgere ulteriori test specifici, se tutto dovesse andare per il meglio Mercedes potrebbe realizzare circa 1000 dispositivi al giorno.

Mercedes, nuovi dispositivi contro il Codiv-19
Mercedes, nuovi dispositivi contro il Codiv-19

FORMULA 1: SCELTI PER TE